La pubblicità: questo misterioso sconosciuto che sembra arricchire gli editori ed infastidire gli utenti. Questa frase è sempre vera? Secondo il nostro punto di vista non proprio. O meglio, arricchisce di sicuro i furbetti del momento che infarciscono i loro blog o siti con contenuti pubblicitari che superano di gran lunga le tre o quattro righe di articolo, scritto come se fossero un semplice commento social.

Non trasformano invece in Zio Paperone tutti coloro che rispettano le regole e si ritrovano invece a subire la ghigliottina attivata da altri. Ed ecco perché su Il Notiziangolo abbiamo deciso di evitare che i furbetti esistano sia da una parte sia dall’altra. Vero: molti editori o finti tali approfittano di internet per infarcirsi le tasche di euro. Vero: molti utenti ritengono di non dover pagare (ovvero visualizzare le pubblicità presenti nei siti) in nome di un falso mito, al grido di “internet è gratis“.

Certo, bisogna considerare anche che l’utente di oggi salta da un sito all’altro alla ricerca dell’informazione che sta cercando. E per questo le visite ad ogni singola pagina o articolo si riducono ad un “ciao” di pochissimi secondi. Un tempo nettamente inferiore rispetto a quanto impiegato da chi scrive e crea qualsiasi tipo di testo. Prendiamo per esempio una notizia: quanto tempo occorre per scrivere, scegliere una o più immagini, ideare il titolo migliore, pubblicare e condividere?

Sicuramente molto di più di quanto impiega il lettore a saltare non solo da un sito all’altro, ma persino da una frase all’altra del testo. Internet è gratis? No, sotto ogni punto di vista. Paghiamo per avere una connessione. Paghiamo per avere un pc o uno smartphone per navigare. Paghiamo abbonamenti, giga in più. Paghiamo tutto, soprattutto ciò che crediamo non ci costi un euro.

Lavoreresti mai gratis? Questa è la domanda che secondo noi de Il Notiziangolo si dovrebbe porre ogni utente. Di sicuro la risposta potrebbe essere per lo più “no“, anche solo in virtù di quel tempo che abbiamo investito per fare materialmente quel qualcosa che ci è stato richiesto. Altri potrebbero rispondere invece ““. Per farsi conoscere e farsi apprezzare come specialista, spesso si regala un bonus ad un ipotetico cliente. Anche noi abbiamo scelto questa strada per oltre un anno ed ora abbiamo scelto di invertire la rotta.

Anche se è la prima volta che vi ritrovate magari a navigare sul nostro portale, Il Notiziangolo è presente sul web da molti anni e da poco più di 12 mesi a questa parte abbiamo rivoluzionato tutto. Abbiamo ampliato la nostra conoscenza in ambito SEO e per farlo abbiamo sostenuto un investimento considerevole. Ci siamo fatti le ossa per stabilire come/dove/quando reperire le notizie più utili per gli utenti che adorano le serie Tv o le notizie di cronaca. Abbiamo seguito programmi per una visione che supera di gran lunga le migliaia e migliaia di ore trascorse di fronte al piccolo schermo da qualsiasi telespettatore medio. Il tutto per offrirvi il meglio.

Siamo però consapevoli quanto ogni più piccolo dettaglio possa avere un costo e di certo non stiamo qui a farvi i cosiddetti conti in tasca. Non vi chiediamo donazioni, come fa la maggior parte dei blogger internazionali per sostenere i costi di gestione. Questi ultimi tuttavia esistono a prescindere ed anche se è vero che la proporzione penderà sempre a vostro favore (ovvero spenderemo sempre di più di quanto vi chiediamo di fare, anche solo per mantenere in vita Il Notiziangolo), è anche vero che ci potete dare una mano semplicemente lasciando attivi i nostri banner.

Armati delle linee guida di Google Adsense per siti di notizie, noi de Il Notiziangolo abbiamo rispettato ogni minima regola in vigore. Abbiamo segnalato anche tramite la pagina dedicata alle Note Legali quali dati sensibili (ovvero nessuno) estrapoliamo dalle vostre visite. Abbiamo scritto un’ampia pagina sulla Privacy & Cookie Policy per essere trasparenti sotto ogni punto di vista: sapete bene cosa usiamo nel nostro portale e che cosa invece non usiamo affatto. Persino da chi è composta la nostra Redazione.

Ed ecco perché abbiamo deciso di concludere il periodo dell’offerta, chiedendovi di disattivare qualsiasi tipo di blocco per leggere i nostri contenuti. Non vi chiediamo di abbonarvi come fanno i grandi siti di notizie né vi chiediamo di acquistare chissà quale fantomatico videocorso fatto di fuffa, pur di raggirare la vostra fiducia. E visto che siamo i primi a tendervi una mano, siamo sicuri che voi farete altrettanto nei nostri confronti. #NoAdBlock.

La Redazione de Il Notiziangolo