L’Isola dei Famosi 2018 ci svela finalmente chi andrà al televoto e riceverà le nomination da parte del gruppo, nel corso della diretta del 5 febbraio. In ballo ci sarà di certo Simone Barbato, l’ex mimo di Zelig, a causa del fallimento della sua missione segreta. I Naufraghi hanno inoltre rivelato le loro nomination in modo palese, dando modo di svelare altarini ed altre liti sotterranee. Il giro di voti dei concorrenti si è dirottato inoltre verso Cecilia Capriotti, che ha ricevuto sette nomination, mentre Paola Di Benedetto ha scelto in qualità del migliore della settimana Alessia Mancini.

Risultato del televoto dell’Isola dei Famosi 2018, puntata del 5 febbraio:

  • NADIA RINALDI 50,1%
  • ROSA PERROTTA 35,2%
  • FRANCESCA CIPRIANI 14,7%

Le nomination dell’Isola dei Famosi 2018, terza puntata

La gaffes di Paola Di Benedetto

I Naufraghi dell’Isola dei Famosi 2018 sono stati chiamati a dare il loro voto anche durante la terza diretta. Dati i vantaggi dei concorrenti che si sono aggiudicati l’Isola del Major, solo gli sfortunati del Peor sono finiti fra i papabili al voto. Marco Ferri ha deciso di basarsi su quanto avvenuto durante la settimana: Cecilia Capriotti riceve la sua nomination perché non possiede spirito di squadra. Rosa Perrotta vota invece Alessia Mancini, per via delle accuse ricevute dalla Naufraga. Paola Di Benedetto dà la sua nomination ad Alessia, ma solo in quel momento la conduttrice del reality si accorge che non può votare.

Un complotto indigesto? Amaurys Vs Francesca

Craig Warwick vota Cecilia, perché ha sempre fame e mangia più di tutti gli altri. In sua difesa, la Capriotti sottolinea di essere la più penalizzata del gruppo, data la coesione presente fra gli altri Naufraghi. Le nomination dell’Isola dei Famosi 2018 continuano con Francesca Cipriani, che vota Franco Terlizzi perché la settimana scorsa non l’ha salvata. L’ex pugile inoltre avrebbe mentito sul complotto alle sue spalle, ma nessuno si è fatto avanti. All’Isola dei Famosi non mancano di certo le liti, tanto che Amaurys Perez decide di puntare il dito contro Francesca.

LEGGI ANCHE  Isola dei Famosi 2018 nomination: Alessia, Rosa e Simone | 5 marzo

Le urla non si sprecano ed è difficile riuscire a capire che cosa dicono con esattezza. A quanto pare, Amaurys avrebbe fatto di tutto per aiutare la Cipriani, così come altri concorrenti del reality, e non accetta che abbia parlato male proprio di loro. La maggiorata replica invece che le accuse provengono da Cecilia e che siano solo delle falsità. Di ritorno dalla pubblicità, il colosso dell’Isola dei Famosi 2018 ha voluto chiarire alcuni particolari.

“Ho una moglie e tre figli, che porto avanti con tanta umiltà. Non mi faccio corrompere la testa da nessuno”. 

Tutti contro la Capriotti?

La lite si sposta quindi verso altri due concorrenti: Cecilia Capriotti e Filippo Nardi. A detta della prima Naufraga, il secondo avrebbe infatti spinto i compagni del nuovo gruppo a non sceglierla, escludendola così dall’Isola del Mejor. Jonathan dà la sua nomination a Elena, l’ultima arrivata all’Isola dei Famosi 2018, per evitare di votare qualcuno con cui ha condiviso il percorso iniziale. Filippo invece ha scelto Alessia, perché non le ha ancora perdonato quanto accaduto nella settimana precedente. Bianca Atzei sceglie Cecilia, che le restituisce il voto. La Capriotti infatti è rimasta delusa dalla sua decisione, soprattutto dopo aver condiviso tanti momenti insieme.

Il risveglio… di Giucas

Anche Gaspare dà la sua nomination a Elena, sicuro che nessun altro l’avrebbe votata. La stessa motivazione viene data però anche da Amaurys. Le nomination dell’Isola dei Famosi 2018 proseguono con Elena, che vota la Capriotti. Quest’ultima riceve anche la nomination di Giucas Casella: “Quando la vedo gli ormoni saltano in aria“. Le parole dell’illusionista non possono che provocare grasse risate in studio, soprattutto perché Mara Venier riporta alla memoria l’episodio in cui Giucas ha resuscitato un uccellino. Alessia dà il suo voto alla Capriotti, che vede come un’intrusa, seguita da Franco Terlizzi che tuttavia non crede di avere un motivo per votarla.