The Strain 4 ritorna nella prima serata della Fox italiana di venerdì, 19 gennaio 2018, con il terzo episodio. “Al centro del mirino” (titolo originale “One Shot“, ndr), vedrà la squadra ancora alle prese con i problemi nucleari. Dopo aver scoperto che Dutch è ancora viva e che si trova in una situazione alquanto incerta, torneremo ad occuparci di Zach. Il figlio di Eph sarà sempre più al centro della scena di questa quarta stagione, l’ultima della serie Tv. Vediamo le anticipazioni di The Strain 4×03.

Anticipazioni terza puntata

Dopo aver localizzato la testata nucleare, Quinlan viene ferito da un soldato di guardia ed insieme al resto del gruppo cerca di recuperare un componente chiave per il detonatore. A Philadelphia, Eph e gli altri combattenti della Resistenza riescono a sferrare un attaggo agli Strigoi, avvelenando uno dei camion preposti alle loro scorte di sangue umano. Anche se l’operazione ha successo grazie alla morte di duemila Strigoi, il Maestro viene informato in questo modo del luogo in cui si trova il dottore.

Il Padrone al tempo stesso inizia a sospettare che Zach voglia tradirlo, dato che il ragazzo è sempre più annoiato e pur di sconfiggere la solitudine decide di fare amicizia con Abby. Gli propone così un’alternativa, lasciando che abbia la possibilità di vivere come gli altri esseri umani. Zach tuttavia conferma di essergli fedele. In seguito, il protagonista di The Strain 4 scopre che gli Strigoi stanno trasportando merci top secret in diverse città grazie ai binari ferroviari.

LEGGI ANCHE  The Strain 4: Anticipazioni, una morte scottante | 23 febbraio

Riassunto episodio precedente

The Strain 4 continua la sua corsa verso un racconto corale, che mostra le diverse azioni della vecchia squadra. Quinlan e Fet hanno ormai avviato la loro missione in solitaria al fianco di Charlotte, mentre Eph ha incontrato lungo il suo cammino alcuni membri della Resistenza ed ha deciso di mettere a rischio la propria vita pur di aiutarli a combattere gli Strigoi. Dutch invece si trova prigioniera assieme ad altre donne e dopo un primo tentativo di fuga, è costretta a ritornare indietro.