L’era glaciale è il film d’animazione proposto da Italia 1 per il suo palinsesto di sabato, 13 gennaio 2018. Andrà in onda in prima serata, a partire dalle 21.10, ed è diretto da Chris Wedge e Carlos Saldanha. La narrazione si basa inoltre su un racconto di Michael J. Wilson ed è stato rilasciato nelle sale cinematografiche nel 2002. Le musiche sono invece di David Newman, per una pellicola che ha sfiorato l’Oscar ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Scopriamo i dettagli sulla trama ed altre curiosità sul film.

Trama

La trama de L’era glaciale inizia il suo racconto tempo prima che la l’epoca più fredda della storia mondiale abbia il suo inizio. Siamo nel 20000 a.C e seguiamo le vicende sfortunate di Scrat, uno scoiattolo preistorico che causerà una frattura in una parete di ghiaccio pur di preservare la sua amata ghianda. Intanto, un branco di diverse specie animali cercano di raggiungere i territori più caldi, fra cui anche il bradipo impacciato sid. Dopo essere sfuggito a due rinoceronti si imbatte su Manfred, un mammut lanoso dall’animo burbero, con cui inizierà un’avventura senza fine. All’improbabile coppia si uniranno in seguito altri animali particolari, ma solo dopo che alcune macairodonti, delle tigri dai denti a sciabola, cercheranno di rapire e uccidere il figlio di un capo villaggio di Neanderthal. Si unirà al gruppetto persino Diego, una tigre con l’intenzione di completare il compito per conto del suo capo branco, ma che verrà fermato in tempo da Manny.

Curiosità

Le curiosità su L’era glaciale sono molteplici, per un film che ha conquistato pubblico e critica e che è stato promosso a diversi sequel e due spinoff. Al primo capitolo seguono infatti “L’era glaciale 2 – Il disgelo“, “L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri“, “L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva” e “L’era glaciale 5 – In rotta di collisione“, quest’ultimo realizzato nel 2016. Gli spinoff sono invece intitolati “L’era Natale” e “L’era glaciale – La grande caccia alle uova“. Vediamo di seguito altre curiosità sulla pellicola.

LEGGI ANCHE  Fausto & Furio, il film con Enzo Salvi in onda su Italia1 il 29 dicembre: trama e cast
  1. Nel montaggio sono state tagliate sei diverse scene, molte delle quali hanno come protagonista Sid. In una in particolare, il bradipo finge di essere stato divorato da Diego solo per allontanare Silvia.
  2. Inizialmente Scrat era stato pensato dotato di voce, incarico che era stato affidato al regista Chris Wedge. Il progetto è stato in seguito scartato per donare una visione comica alla pellicola e farlo diventare una sorta di guest star a sé stante.
  3. Denis Leary aveva ideato un finale diverso per il destino di Diego. Il personaggio sarebbe infatti dovuto morire nel copione originale, ma durante la visione di prova con i bambini, la loro reazione dolorosa lo ha spinto a cambiare quella scena.
  4. Nonostante il successo ed un incasso importante, il film non è riuscito a conquistare il Premio Oscar nell’edizione 2003. Il riconoscimento è stato assegnato infatti a La città incantata, rilasciato nel 2001 e diretto dal genio giapponese Hayao Miyazaki.
  5. Nel doppiaggio italiano, la voce di Manny è di Leo Gullotta, mentre Claudio Bisio anima Sid. Nella versione originale, il mammut ha invece la voce di Ray Romano, attore comico americano noto per serie di successo come Tutti amano Raymond, di cui è scrittore e protagonista.