Radja Nainggolan – dopo la punizione esemplare a cui era andato incontro a causa del turbolento capodanno e che avevamo raccontato in questo articolo – farà parte dei titolari per il big match contro l’Inter. A comunicarlo è stato proprio l’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, stamattina durante il Pitti Uomo a Firenze. Il tecnico si è dilungato anche sul momento difficile della squadra.

Inter-Roma, Nainggolan ritorna titolare. La conferma di Di Francesco

Sulla vicenda che ha investito Nainggolan, il tecnico dei giallorossi ha voluto mettere una pietra sopra affermando:

Radja è stato il primo a scusarsi e a mettersi accanto ai nostri dirigenti in tribuna contro l’Atalanta. Non c’è nessun caso e sarà titolare contro l’Inter. Abbiamo fatto una scelta etica e ora andiamo avanti.

Parole che spengono gli ultimi fuochi legati alle intemperanze del centrocampista belga. Dunque Nainggolan tornerà in Inter-Roma, per aiutare la sua squadra ad uscire dal momento no. A tal proposito Di Francesco ha ammesso come i giallorossi non abbiano ancora fatto “il salto di qualità necessario per poter lottare per lo scudetto”.

Dunque la Roma avrebbe accantonato i sogni di vincere il campionato. Eppure, secondo il suo allenatore, non bisogna dimenticare ciò che di buono si è fatto in passato. “Fino a 20 giorni fa eravamo una rivelazione”. Da qui la squadra cercherà di ripartire quando, lunedì prossimo, tutto l’organico tornerà a disposizione

Nainggolan e compagni sono infatti liberi e alle prese con le vacanze di metà stagione. La maggior parte di loro sono volati per mete esotiche. Ritroveranno la pace in vista dell’importante partita di San Siro? L’unico che sta continuando ad allenarsi è Defrel, a caccia della forma migliore dopo l’infortunio al ginocchio.

Non solo Nainggolan, Di Francesco ha parlato anche di Schick

Oltre a Nainggolan, la tifoseria ha messo in discussione il giovane Schick, arrivato dalla Sampdoria durante l’estate. Un arrivo tormentato, visto che il calciatore venne scartato dalla Juventus a causa di presunti problemi cardiaci. Per parlare di lui Di Francesco ha ricordato ciò che successe a Damiano Tommasi qualche anno fa.

Mi ricordo che quando giocavo nella Roma Tommasi un giorno fu costretto ad uscire da Trigoria scortato, poi è diventato l’idolo dei tifosi. A volte si tende a distruggere troppo frettolosamente i calciatori, ancora deve esprimere il suo potenziale.

Dunque il mister ha suonato la carica in vista della ripresa della Serie A, ora spetta ai suoi calciatori rispondere sul campo.