Sorvegliato speciale è il film proposto da Rete 4 per la sua prima serata di oggi, martedì 9 gennaio 2018. Andrà in onda a partire dalle 21.15 ed è diretto da John Flynn, con protagonista Sylvester Stallone. La pellicola risale all’89 ed è un thriller drammatico che vanta la sceneggiatura di Jeb Stuart, Richard Smith e Henry Rosenbaum. Le musiche sono invece state realizzate da Bill Conti, mentre la fotografia da Donald E. Thorin. Prima di assistere alla visione, scopriamo alcuni dettagli su trama e cast, oltre alle curiosità sul film.

Trama

La trama di Sorvegliato speciale segue le vicende di Frank Leone, un giocatore di football americano e detenuto in permesso premio. Il protagonista è finito in carcere dopo essersi vendicato di un’ingiustizia avvenuta nel quartiere in cui abitava, a causa della mancata punizione destinati ai colpevoli. Durante quell’evento, il suo amico d’infanzia è stato ricoverato ed in seguito sfiorerà la morte. Frank chiederà quindi un permesso per potergli fare visita, ma dovrà fare i conti con il direttore del penitenziario, che non intende accogliere la sua richiesta. Dopo un tentativo di fuga mal riuscito, il direttore verrà visto come responsabile e trasferito in un altro penitenziario. Deciso a vendicarsi, farà delle pressioni perché Frank venga trasportato nel suo stesso istituto.

Cast

Il cast di Sorvegliato speciale mette Sylvester Stallone al centro della scena grazie al ruolo di protagonista. Nei panni del suo rivale Drumgoole vediamo invece l’attore Donald Sutherland, al fianco di John Amos (Meissner), Sonny Landham (Chinck), Tom Sizemore (Dallas), Frank McRae (Eclisse), Darlanne Fluegel (Melissa), Larry Romano (Prima Base) e Jordan Lund (Manly).

Curiosità

La pellicola è stata accolta positivamente dal pubblico, soprattutto grazie all’incasso di oltre 22 milioni di dollari nei soli USA. Il budget è stato invece di oltre 6 milioni di dollari, ma nonostante questo la critica non ha risparmiato alcune note negative. Secondo alcuni, come il critico Morando Morandini di Telesette, hanno visto infatti nel personaggio di Sylvester Stallone una forte prevedibilità, mentre in quello di Donald Sutherland una componente monotona.