Radja Ninggolan non è stato convocato per la delicata partita della Roma contro l’Atalanta. Il centrocampista belga è stato nei giorni scorsi nella bufera per aver pubblicato su Instagram e su Twitter alcuni video del suo Capodanno. Alcol e bestemmie non sono andate giù alla dirigenza giallorossa. Di Francesco ha annunciato oggi la mancata convocazione di Nainggolan per il match di Serie A di domani.

Nainggolan e il Capodanno: dopo la multa, salterà Roma-Atalanta

Una punizione esemplare ha investito Nainggolan, dopo gli eclatanti episodi legati ai suoi festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno. La diretta Instagram e i video postati su Twitter hanno suscitato scalpore e diviso la tifoseria giallorossa. Il centrocampista è sempre uno dei migliori in campo, nonostante sia risaputa la sua passione per le sigarette e gli alcolici. Una parte dei tifosi, per via delle sue prestazioni, si è mostrata disinteressata alla bravata di Capodanno. Invece altri hanno palesato il fatto che il calciatore debba essere d’esempio a chi lo segue.

I vertici della squadra non hanno gradito il comportamento di Nainggolan. Sia a Boston che a Roma hanno infatti storto il naso davanti ai video del centrocampista che, dopo essere stato chiamato a colloquio, è stato multato. Le pubbliche scuse, conseguenti al chiarimento con la dirigenza giallorossa, non sono bastate a Radja Nainggolan per evitare una super-ammenda. La cifra esatta che il belga deve pagare non è stata resa nota, ma c’è chi parla di ben 100mila euro.

Dulcis in fundo, oggi è arrivata la mancata convocazione per l’incontro di campionato con l’Atalanta. Insomma il calciatore ha ricevuto una punizione su tutti i fronti. Sarà sufficiente a far ritornare Nainggolan nei ranghi? Il tecnico Di Francesco ha precisato nella conferenza stampa che quelli visti “sono atteggiamenti inaccettabili e non saranno più accettati da parte di nessuno”. Per la serie “punirne uno per punirne cento”, la Roma sembra voglia mandare un segnale forte e chiaro.