Sofiya Melnik è stata uccisa: questo il particolare che dovrà confermare o smentire il medico legale grazie all’autopsia che è attualmente in corso. La donna, scomparsa in modo misterioso, è stata ritrovata infatti priva di vita a Monte Grappa durante la Vigilia di Natale e sono ancora tanti i misteri da chiarire. A partire dalla sua relazione con Pascal Albanese, il compagno che si è tolto la vita alcuni giorni dopo la scomparsa della donna e che secondo i familiari sarebbe stato in realtà ucciso.

Le difficoltà per l’autopsia sono considerevoli, a causa dello stato di decomposizione in cui è stato ritrovato il corpo di Sofiya Melnik. Gli inquirenti intanto continuano ad indagare sulla particolare storia personale della donna, a partire dalla relazione con un secondo uomo che aveva iniziato ormai nove anni fa. E’ stato infatti quest’ultimo ad informare le autorità della scomparsa della donna, a cui si aggiunge anche la presenza nella vita dell’ucraina di un medico radiologo di cui si era innamorata perdutamente. Il tutto sembra ruotare attorno al forte desiderio di Sofiya Melnik di poter avere un figlio, una strada che Pascal Albanese non intendeva percorrere.

A rivelare questo particolare sono gli amici, le persone con cui la 43enne si era confidata. Una donna in particolare ha riferito che Sofiya fosse sul punto di lasciare Pascal soprattutto per via delle loro condizioni precarie. L’uomo italo-francese non lavorava infatti da anni ed era a conoscenza dei misteriosi incontri della donna, convinto che fosse necessario per il sostenimento di entrambi. Rimane inoltre ancora aperta l’ipotesi che il corpo di Sofiya Melnik possa essere stato spostato in un secondo momento e che in realtà la vittima sia stata uccisa altrove.

LEGGI ANCHE  Chi l'ha visto: Anticipazioni, i casi di Carlotta e Sofia | 9 gennaio