Un calendario molto speciale è la proposta di Rai 2 per il suo pomeriggio del 24 dicembre 2017. L’emittente ammiraglia della rete nazionale ha infatti ideato tre giorni all’insegna dei film dedicati alla festività più attesa dell’anno, sia da grandi che da bambini. In onda dalle 15.20, dopo Il Natale più bello di sempre e prima de La Calza Magica, il film diretto da Arlene Sanford mette al centro la vita della protagonista ed il suo desiderio di rimettersi in gioco in seguito a diverse difficoltà. Prima di dedicarsi alla visione della pellicola, scopriamo qualcosa di più su trama, cast e curiosità.

Trama

La trama de Un calendario molto speciale ci parla della storia di EJ Baxter, una giornalista che all’improvviso perde tutto. Dal lavoro al fidanzato, è costretta a rimettere mano alla propria vita alla ricerca di quei particolari che l’hanno portata verso un fallimento così significativo. Decide quindi di trasferirsi in una cittadina del Montana per un anno, dove diventerà dipendente di un’agenzia turistica locale. Il suo compito è di rendere più attraente il paesino di montagna, in modo da aumentare il suo valore e l’interesse dei turisti. La protagonista decide così di realizzare un calendario di Natale sui giovani collaboratori di cui si è circondata. Lo scandalo sarà immediato.

Cast

Nel cast de Un calendario molto speciale troviamo Kristin Chenoweth nel ruolo di protagonista ed al fianco di nomi come Josh Hopkins, Erin Dilly e Anna Chlumsky. Presenti anche Stephen Huszar, Jefferson Brown e Heather Hanson. Al loro fianco, in ruolo minore, gli artisti Chantal Perron, Craig Eldridge e Paul Constable.

Curiosità

Dal titolo originale 12 Men of Christmas, il film Un calendario molto speciale ha raccolto diverse critiche da parte degli esperti cinematografici. Il tutto senza nulla togliere alla star Chenoweth, che risulta ancora una volta il talento giusto per rendere la sinossi più avvicinante. David Wiegand del San Francisco Chronicle crede che la pellicola rappresenti un modo piacevole di trascorrere una giornata di festa davanti al camino, mentre Tanner Stransky di EW crede che l’unico motivo valido per vedere il film sia la presenza di Josh Hopkins e ovviamente del suo petto nudo.