Il Var mantiene alto il tenore delle polemiche di domenica in domenica. Anche questo 17^ turno di Serie A ha prodotto una serie di dubbi sull’utilizzo della moviola in campo e, soprattutto, sul mancato utilizzo. Ci sono due episodi importanti che avrebbero potuto sfavorire Juventus e Sassuolo, rispettivamente contro Bologna e Sampdoria. La vittoria di entrambe non lascia libertà agli amanti del complottismo. Eppure le decisioni arbitrali continuano a creare dei dubbi sul Var.

Le polemiche sul Var: nuovi errori nel weekend di Serie A

Alla Juventus oggi è mancato un rigore su un fallo di mano di Mbaye, che ha saltato in area in maniera pallavolistica. Mentre il Sassuolo avrebbe dovuto avere un secondo penalty sull’intervento di mano di Torreira che ha bloccato il tiro di Falcinelli, in occasione proprio del rigore assegnato. In entrambi i casi gli arbitri si sono avvalsi del silent check previsto dal Var. I loro collaboratori hanno però sbagliato.

Nella giornata di ieri i momenti in cui il Var è intervenuto in Udinese-Inter e in Roma-Cagliari hanno lasciato uno strascico polemico. Il rigore assegnato ai friulani dalle immagini è sembrato netto. Più confusa si è invece rivelata la convalida del gol della Roma all’ultimo minuto. Il difensore Fazio ha accompagnato la palla in porta con la mano?

Il tocco sembra esserci stato, ma l’arbitro Damato – nel rivedere l’azione col Var – ha ritenuto l’intervento involontario. L’allenatore dei sardi Lopez ha dichiarato a fine match che, a parti invertite, quel gol sarebbe stato annullato. Ritornano i fantasmi della sudditanza psicologica, per cui in generale i direttori di gara tenderebbero a favorire le squadre più forti rispetto a quelle più deboli?

Sembra proprio questa la pecca più grande del Var: il mancato annullamento della libera interpretazione arbitrale. Alcuni tifosi hanno dimenticato che, alla fine dei giochi, l’ultima decisione spetta all’arbitro designato. Una scelta è per sua natura opinabile. Quindi c’è da chiedersi: chi può affermare con certezza che Fazio abbia usato la mano intenzionalmente per segnare? In attesa dell’arrivo dei mentalisti in campo, la Serie A continuerà a regalarci altre chiacchiere da bar.