Gianluigi Donnarumma, il portiere del Milan, è uno dei protagonisti sportivi di questo 2017 che sta per finire. Le polemiche tra i tifosi e il giovane campano sono nuovamente divampate ieri in seguito alle dichiarazioni del suo agente Mino Raiola, che paventava una possibile partenza da Milano. Intanto in tendenza su Twitter è arrivato in pochissime ore l’hashtag gigiomollalo. I milanisti lanciano l’ultimo appello al portiere?

Gianluigi Donnarumma: l’hashtag #gigiomollalo spopola

Il popolo milanista si è mobilitato sul web per cercare di separare Gianluigi Donnarumma da Mino Raiola, l’agente che starebbe architettando la fuga del talento di Castellammare di Stabia dai colori rossoneri. Tutto è iniziato con l’intervista rilasciata dal procuratore in cui ha dichiarato che il portiere avrebbe subito una sorta di mobbing, all’atto della firma del contratto nel luglio scorso. Per questo motivo la clausola rescissoria non sarebbe stata poi sottoscritta dal calciatore e da Raiola.

La telenovela del rinnovo fra Gigio Donnarumma e il Milan era andata avanti per alcune settimane, tra polemiche con i tifosi e minacce varie. Il portiere poco tempo prima era sembrato molto legato alla maglia e non intenzionato ad andar via. La presenza di Mino Raiola avrebbe scombinato le carte in tavola. Quanto c’è di vero nelle affermazioni dell’agente?

Il ds Mirabelli ha accusato il procuratore di aver creato uno show. Il Milan non starebbe trattando la cessione di Donnarumma. I tifosi, forse perché memori di un passato non troppo lontano, hanno abboccato alle provocazioni di Raiola e hanno contestato subito il 18enne talento. Ieri durante la partita di Coppa Italia con il Verona, la curva sud ha infatti esposto uno striscione piuttosto esplicito.

Gigio Donnarumma si è lasciato andare alle lacrime negli spogliatoi del Milan, dove è stato consolato dal capitano Leonardo Bonucci. Il video ha fatto il giro del web e ha scatenato la pronta reazione dei tifosi milanisti, che hanno lanciato una campagna social basata su due semplici parole #gigiomollalo. In poche ore l’hashtag è entrato in tendenza.

Donnarumma tra i protagonisti delle ricerche su Google nel 2017

Intanto manco a farlo apposta il calciatore si è piazzato al secondo posto fra i personaggi più googlati nel 2017. Sul podio con lui in terza posizione c’è lo sfortunato pilota di moto Nicky Hayden, morto a maggio in seguito alle conseguenze di un incidente in bicicletta. La classifica è stata vinta dalla Iena Nadia Toffa, recentemente salita agli onori delle cronache per il grave malore che l’ha colpita.