I Maneskin hanno attirato l’attenzione dei fan fin dal loro debutto a X Factor 11. A pochi giorni dalla finale del talent di Sky Uno, la band continua a mietere successi grazie ad un mix di look irriverente e simpatia. Non manca di certo la bravura ai pupilli del coach Manuel Agnelli, che ha saputo individuare nei quattro ragazzi una forza esplosiva in grado di stravolgere il pubblico di XF 11. Definiti il fenomeno del momento e i primi concorrenti in grado di ottenere gli stessi riflettori di Marco Mengoni, i Maneskin hanno il vanto di tenere incollati al piccolo schermo oltre 1,5 milioni e mezzo di fan.

Il successo dei Maneskin non è un fattore sconosciuto per gli ammiratori di X Factor 11, che in questi mesi hanno potuto apprezzare le qualità esplosive del frontman Damiano David. La band è la più social di quest’edizione: a quanto riporta Spy, il solo leader conta su Instagram la bellezza di 148 mila follower accaniti. Il loro inedito Chosen è invece in vetta alle classifiche di iTunes ed è il più in vista del talent. Agli occhi di molti, il clamore suscitato dai Maneskin non è solo per le loro indubbie capacità musicali (a fronte di una giovanissima età), ma anche nella presenza scenica del gruppo. Damiano è stato definito un mix fra Freddie Mercury e Mick Jagger, con quella punta di sorcino alla Renato Zero. The King, come ama definirsi, è di sicuro il re dei coatti musicali.

Sembra che tra l’altro i Maneskin non abbiano il merito di aver conquistato le generazioni più giovani, ma anche quelle più adulte. La loro fan numero 1 sarebbe Alba Parietti, che non ha nascosto di aver già prenotato un posto per la finale di X Factor 11, che si terrà al Forum di Assago il prossimo 14 dicembre.

LEGGI ANCHE  Maneskin secondi a X Factor 11, scoppia la polemica sui social

“Vorrei essere lui. Vorrei la sua sfrontatezza, la sua ambiguità, la sua gioventù, il suo talento, la sua energia, la sua vita di oggi”.

Dall’ombra ai riflettori, il percorso dei Maneskin ad X Factor 11

Il debutto dei Maneskin ad X Factor 11 non li ha resi subito dei papabili vincitori. Il pubblico infatti aveva dimostrato una grande attenzione per la roca Rita Bellanza, che con la sua Sally ed una storia pesante alle spalle, è riuscita a portare alle lacrime Levante. Senza dimenticare la particolarità vocale di Samuel Storm, il beniamino degli Under Uomini di Fedez. Elementi che davano i due concorrenti per favoriti, mentre i Maneskin preparavano già il terreno per una futura vittoria. Il merito è di certo anche di Manuel Agnelli, giudice per il secondo anno ad X Factor, che ha saputo captare subito le potenzialità della giovane band e guidarli verso il mare musicale.

Chi ha “scoperto” i Maneskin?

Uniti da “tanti” anni nella vita reale, i Maneskin sono composti da quattro ragazzi che si sono conosciuti sui banchi di scuola delle medie ed hanno deciso di formare un gruppo appena un anno fa. Damiano, Victoria, Ethan e Thomas hanno affrontato tutto con grande serietà e professionalità, dividendosi in live lungo le strade e nei locali. Il nome della loro band è stato scelto da Victoria, considerata la Regina dei Maneskin. Quest’ultima è una parola danese e significa “chiaro di luna”. Non è un caso se il settimanale Spy ha paragonato Marco Mengoni ai Maneskin, dato che a scoprirli è stata proprio la manager Marta Donà, che in tempi non sospetti aveva rivelato di aver “trovato una band pazzesca”.