Margherita Zanatta ha già debuttato nel ruolo di conduttrice di Che peccato, il nuovo format di Real Time che mette a nudo i tradimenti di coppia. Sono lontani i tempi del GF 11, a cui la neo timoniera ha partecipato in qualità di concorrente. Una bella sfida per la conduttrice di Tre Canzoni nello Zaino (Radio LatteMiele) e di Shock (Radio Fiume Ticino), soprattutto perché non gradisce il tradimento “nella coppia sposata”. A poco dal suo esordio sul piccolo schermo, Margherita Zanatta racconta a Spy il percorso che l’ha portata fino a qui.

Sembra che la coautrice del programma Sybil Shiddel sia rimasta colpita dai video sui social di Margherita Zanatta e che le abbia fatto subito la proposta. L’ex gieffina tuttavia non era convinta di poter accettare una proposta simile, dato che lo show Che peccato l’avrebbe vista “paladina dei traditori”. Dopo aver detto sì alla Shillde ed aver scritto a quattro mani le puntate, la Zanatta si è convinta ad affrontare questa nuova esperienza ed è riuscita anche a stravolgere il proprio punto di vista.

“In alcuni casi ho capito i tradimenti. Non lo avrei mai detto, ma se una donna in sovrappeso a causa della menopausa o una gravidanza soffre perché non riceve più attenzioni dal marito, allora ben venga che trovi qualcuno che la faccia sentire bella tutti i giorni”.

Che peccato segna il ritorno in tv di Margherita Zanatta

Che peccato ha acceso i riflettori in tutto il mese di novembre su dieci storie di tradimenti, dividendo la messa in onda fra Nove e Real Time e raccogliendo il materiale grazie a Gleeden, il leader europeo degli incontri extraconiugali. 60 secondi per raccontare cos’è successo fra traditori e traditi, un mini talk show che ha permesso a Margherita Zanatta di conquistare tanti complimenti. I fan hanno apprezzato molto il suo look “acqua e sapone” e la sua mancanza di filtri nel mostrarsi “per quella che sono, con la cellulite o i capelli bianchi”. Che Peccato è un’occasione in più per l’ex gieffina, tornata single proprio quest’anno e di ritorno in radio.