Dries Mertens è ormai nel cuore di tutti i tifosi del Napoli. Dalla scorsa stagione, complice l’infortunio di Milik, è diventato un punto inamovibile della squadra allenata da Maurizio Sarri. Segna e fa segnare, ma soprattutto fa sognare uno scudetto che ai partenopei manca dal 1990. L’attaccante ha però rilasciato un’intervista alla stampa belga in cui ha parlato del suo futuro in una maniera piuttosto pragmatica. Il connubio col Napoli è a rischio?

Mertens non vuole lasciare il Napoli, ma la clausola spiana la strada alle big

Dries Mertens – lo riporta Gazzetta.it – ha raccontato alla stampa del suo paese ciò che è accaduto qualche mese fa. L’attaccante faceva gola a molti e aveva ricevuto una cifra spropositata per andare in Cina. Sia lui che il Napoli non erano però propensi a farsi ammaliare dalle sirene cinesi. A maggio poi è arrivato il rinnovo con il club di Aurelio De Laurentiis. Agenti del calciatore e dirigenza napoletana hanno fissato una clausola rescissoria di appena 28 milioni di euro, valevole a partire dal 2018.

Ventotto milioni di euro non è tantissimo per un club cinese ed anche per il Napoli è una bella somma. Sono diventato un affare. Dove lo trovi un giocatore che segna ventotto gol in Serie A e costa ventotto milioni?

Mertens ha il contratto in scadenza nel 2020 e per il momento resta concentrato sull’obiettivo principale del Napoli: il tricolore. Il suo però è un ragionamento sensato, se si pensa agli ingenti capitali che hanno coinvolto recentemente altri fortissimi calciatori.

Da Neymar a Messi: le cifre folli del calcio. Mertens a rischio?

Dopo l‘affaire Neymar, che ha portato il brasiliano al PSG smuovendo una cifra record di 600 milioni di euro, la clausola rescissoria del belga al confronto sembra ridicola. Tra l’altro, in mattinata, Leo Messi ha rinnovato il suo contratto col Barcellona, fissando la risoluzione a 700 milioni di euro. Dunque il futuro di un attaccante del calibro di Mertens sembra davvero incerto. Il Napoli e De Laurentiis correranno ai ripari?