Andrew Kreisberg è il nuovo nome dello spettacolo finito sotto indagine. La Warner Bros ha infatti deciso di avviare un’indagine sul produttore esecutivo di serie Tv di largo interesse mondiale: Supergirl, The Flash, Arrow e Legends of Tomorrow. La conferma è stata data da Entertainmente Weekly, in seguito a diverse accuse.

Secondo quanto riportato da Variety, sarebbero 15 donne e 4 uomini ad aver accusato Andrew Kreisberg di molestie sessuali. Secondo le fonti il produttore esecutivo avrebbe creato un ambiente tossico, a causa di commenti sessuali su comparse donne ed alimentando situazioni scomode. Avrebbe inoltre fatto delle avances sessuali ed avrebbe toccato alcune persone senza il loro consenso.

“Di recente siamo stati informati delle accuse di cattiva condotta contro Andrew Kreisberg. Abbiamo deciso di sospenderlo e stiamo conducendo un’indagine interna. Prendiamo con estrema serietà tutte le accuse e ci stiamo impegnando per creare un ambiente di lavoro sicuro per i nostri dipendenti e tutti coloro che sono coinvolti nelle nostre produzioni”.

Sembra che fra le 19 persone che hanno accusato Andrew Kreisberg ci siano alcuni ex dipendenti ed attuali collaboratori. Nessuno dei soggetti ha deciso di rivelare la propria identità per evitare ripercussioni.

Greg Berlanti e Sarah Schechter, i due produttori degli show, hanno rilasciato una dichiarazione questo venerdì sera ed hanno sottolineato la propria collaborazione con la Warner Bros per fare luce sull’intera vicenda.

“Non tolleriamo le molestie e ci impegniamo a fare tutto il possibile per creare un ambiente sicuro per lavorare e per parlare, caso mai non fosse possibile farlo”.

La risposta di Andrew Kreisberg alle accuse

Andrew Kreisberg intanto ha negato con forza le accuse ed ha sottolineato di essersi sbilanciato in commenti sui vestiti femminili delle comparse solo in qualità di produttore esecutivo. Il contesto non sarebbe stato quindi quello sessuale, così come i suoi gesti d’affetto sarebbero stati in realtà amichevoli.

“Ho mantenuto con orgoglio i rapporti con colleghi maschi e femmine per molti anni, ma mai in modo indesiderato e certamente mai dal punto di vista sessuale”.