Cristiano Malgioglio ha affrontato una dura giornata al Gf Vip 2, a causa di un confessionale in cui ha ripensato ad alcuni eventi tragici della sua vita. Il paroliere italiano ha infatti alle spalle quattro morti importanti, da quelle dei genitori a quelle della sorella e della nipote. Uscito dal confessionale in lacrime, il cantante ha svelato alcuni particolari agli altri concorrenti del reality e si è lasciato andare in alcune confidenze.

Il peso che si porta sulle spalle Cristiano Malgioglio sta iniziando a farsi sentire, soprattutto perché il Gf Vip 2 spinge i diversi concorrenti a concentrarsi maggiormente sui loro pensieri. Per il noto paroliere italiano è stata un’occasione per ricordare il padre scomparso e quel saluto che non ha potuto dargli dal vivo prima che morisse.

“Quel giorno stavo lavorando con Fiorello… c’era un tempo che era orribile mi ricordo. Mia sorella mi fa ‘guarda che forse non riuscirà a passare la nottata’, ma non mi sentivo di prendere l’aereo quella sera”.

Cristiano Malgioglio parla ancora della malattia che lo ha colpito

Cecilia Rodriguez è stata la prima a dare il suo conforto a Malgioglio, che ha riservato le confidenze successive ai concorrenti maschi della Casa. Il Gf Vip 2 ha acceso di nuovo i riflettori sulla decisione di Cristiano di entrare nel programma per fare prevenzione, per tutte quelle persone che possono aver vissuto o potrebbero vivere la sua stessa esperienza con il tumore.

“La prevenzione è importante, ci sono molte persone che muoiono, tante. Un neo che ti appare bellissimo, straordinario. Se quel giorno non avessi messo la crema….”.

Come racconta al Gf Vip, Cristiano Malgioglio era sul punto di partire per l’Argentina per promuovere il suo ultimo singolo “Mi sono innamorato di tuo marito” ed ha voluto sottoporsi ad un controllo medico. La diagnosi di melanoma lo ha spinto ad un ricovero immediato e ad ore terribili vissute nel terrore più grande, per fortuna concluse in seguito all’intervento. Trovi a questo indirizzo il video del GF su Cristiano Malgioglio.