Kevin Spacey ha di nuovo i riflettori puntati ed una nuova accusa di molestie verso un ragazzo. A smuovere ancora le acque contro la star di House of Cards è questa volta Heather Unruh, ex conduttrice del Boston News. La donna ha infatti accusato Kevin Spacey di aver aggredito sessualmente il figlio nel 2016 mentre si trovavano in un ristorante di Nantucket.

La Unruh ha tenuto una conferenza stampa questo mercoledì nel Massachussets per rivelare la dinamica dei fatti e confermare che Kevin Spacey avrebbe infilato le mani nei pantaloni del figlio 18enne. Una donna rimasta anonima avrebbe inoltre visto il ragazzo in seguito all’aggressione e lo avrebbe incoraggiato a fuggire.

“Voglio vedere Kevin Spacey finire in prigione. Voglio vedere la mano della giustizia calare sulla sua testa, non solo per mio figlio, ma per i tanti altri che devono ancora dire la loro verità”.

Heather Unruh, che in precedenza ha lavorato per la WCVB, è assistita dall’avvocato Mitchell Garabedian. Lo stesso che ha rappresentato le vittime di abusi sessuali ad opera della Chiesa cattolica. La donna ed il legale hanno inoltre ringraziato la donna sconosciuta che sarebbe intervenuta durante l’aggressione di Spacey.

“Non so quanto ha visto e non so chi sia. Ha visto Kevin Spacey mettere la mano nei pantaloni di mio figlio. Quello che so è che ha visto mio figlio molto scosso e credo che probabilmente sapesse che fosse un minore. Non ha l’aspetto di un 21enne e so che la donna ha avuto una lucidità mentale tale per avvicinarsi a questo ragazzone e chiedergli se stava bene”.

Kevin Spacey ha violentato diversi uomini?

Secondo la Unruh, ci sarebbero inoltre diverse vittime che avrebbero subito molestie sessuali da Kevin Spacey. Non tutte però sarebbero disposte a condividere la loro storia. In seguito alla denuncia di Anthony Rapp, avvenuta lo scorso 29 ottobre, altri 13 uomini hanno denunciato una condotta sessuale sbagliata ad opera dell’attore. Tanto che Netflix, sottolinea EW, ha deciso di fermare la produzione per la sesta stagione di House of Cards. Spacey sarebbe stato inoltre abbandonato anche dall’agenzia pubblicitaria che lo rappresentava.

“Si sta sviluppando una comunità. Sono stata contattata da molti di loro. Sentono una connessione con me e la mia famiglia perché mi sono fatta avanti ed ho parlato. Alcuni di loro vorrebbero fare altrettanto, ma altri hanno sofferto per decenni e non hanno mai detto a nessuno quanto mi hanno confidato. […] Penso che quello che è successo ha aperto una ferita in molte persone. Penso che sia successo grazie al caso di Harvey Weinstein”.