Jussie Smollett non ritornerà in Empire 6, nonostante l’iniziale decisione della Fox di considerarlo per il ritorno nel cast. La star della serie tv musicale ha vissuto infatti un anno piuttosto turbolento ed a ciò si aggiungono anche le conseguenze per l’aggressione subita. O meglio per l’accusa di aver simulato l’attacco, anche se la denuncia è stata ritirata subito dopo. Lo scorso maggio Jussie Smollett ha comunque firmato il contratto per Empire 6 e i fan erano sicuri di poterlo rivedere ancora una volta nei panni di Jamal. Il figlio di Lucious e Cookie invece sarà assente e il network ha deciso di chiarire ora perché possiamo essere certi della sua assenza.

Jussie Smollett, addio a Jamal di Empire 6

Al termine del quinto capitolo abbiamo visto Jamal fare quel passo tanto atteso con Kai. Non sveliamo alcuno spoiler per chi non è ancora riuscito a mettersi in pari con lo show, ma è facile intuire dove stiamo andando a parare. Con questo grande gesto si è evitato di cancellare in via definitiva il personaggio di Jussie Smollett. Nessuna nuova tragedia quindi per i Lion, già alle prese con drammi su più fronti. La smentita riguardo ad un suo possibile ritorno in Empire 6 è avvenuta già lo scorso maggio, quando in pratica la serie tv è stata confermata per la sesta ed ultima stagione. Alcune settimane più tardi però Lee Daniels ha ribadito che non c’era alcun modo per rivedere Jamal sul piccolo schermo.

Secondo quanto riferisce Collier, la Fox ha scelto di attendere fino alla fine prima di annullare le trattative con l’attore. Nonostante l’aggressione e il successivo scandalo che ha spinto Smollett a presentarsi più volte di fronte ai giudici, il network ha preferito mantenere le distanze e non annullare i piani futuri sul suo personaggio. In attesa di prendere una decisione definitiva, ha scelto invece di raccogliere quante più informazioni possibili e assicurarsi di fare la scelta più giusta. Come ricorda TvLine, Empire 6 ritornerà in America il prossimo 24 settembre. Capitolo chiuso dunque per Jamal e Jussie Smollett.