Il ponte di Genova racconta il crollo di Ponte Morandi nella sua drammaticità, a partire dal primo sentore della tragedia che ha colpito l’Italia intera. 43 vittime a perdere la vita e diversi feriti: il documentario andrà in onda su National Geographic nella seconda serata di domenica, a partire dalle 22.30. Si avvarrà dell’intervento dei sopravvissuti e degli addetti ai lavori, che si sono impegnati nella ricerca delle persone rimaste travolte dalle macerie. Il ponte di Genova ferma il tempo a quanto avvenuto nell’agosto dell’anno scorso, quando la tarda mattinata mette in ginocchio il capoluogo della Liguria.

Il ponte di Genova – Cronologia di Un disastro: le testimonianze

Ore 11.36: è questo il momento esatto in cui si avverte un boato che dà vita a fiumi di voci strazianti, clacson e soprattutto del crollo del Ponte Morandi. Alla vigilia di Ferragosto, il collasso provoca una tragedia che avrà una portata devastante e che produrrà 43 vittime. Immediato l’intervento delle squadre di soccorso e di semplici cittadini, che cercano di aiutare i sopravvissuti. Fra questi un pompiere, che si lancia nel salvataggio disperato di un uomo rimasto all’interno di un’auto pronta a cadere nel vuoto. Iniziano le prime urla. Si cerca chi possa rispondere alla voce dei vigili del fuoco, che scavano senza sosta con mani e ruspe alla ricerca del più piccolo segnale di vita.

Sono immagini di dolore, che colpiranno non solo i parenti di chi non riuscirà a sopravvivere ma tutti gli italiani. Tragica la testimonianza di un superstite che racconterà come sia riuscito a salvarsi appena in tempo, nonostante l’asfalto si sgretolasse sotto ai suoi piedi ad una velocità insostenibile. Nel documentario Il Ponte di Genova – Cronologia di un disastro verrà dato ampio risalto ai parenti delle vittime, che ripercorreranno la storia di chi ha perso la vita in quegli attimi. Video amatoriali, registrazioni audio fatte ai numeri di emergenza, i messaggi di terrore con amici e famiglia. Che cosa dicono gli esperti di ingegneria? La tragedia si poteva impedire? Domande che ancora oggi riguardano l’intera popolazione dello Stivale, alla ricerca della verità su quanto è accaduto quel giorno e sugli sviluppi in merito ad un piano di prevenzione volto ad evitare che tragedie simili accadano ancora.