Bull 3 ritorna su Rai 2 nella seconda serata del 13 aprile 2019. Terzo episodio per lo psicologo interpretato da Michael Weatherly, che ancora una volta sarà impegnato in un caso particolare. Questa volta bisogna difendere la città di New York, per via di una sparatoria avvenuta fra una poliziotta ed un insegnante. Le anticipazioni di Bull 3 ruotano attorno al problema di razza, dovuto al fatto che l’agente sia caucasica e la vittima di colore.

Nella precedente puntata

Nel secondo episodio di Bull 3, abbiamo visto Jason impegnato nel ruolo di giurato. Una novità per il leader del TAC, che ha dovuto lasciare la squadra da sola a lavorare in un altro caso. In assenza della guida, sono stati i tre rampolli dell’ufficio a dover prendere il suo posto. Ancora una volta Jason ci ha mostrato la sua intolleranza verso le cariche prestabilite ed è stato divertente vederlo per una volta al fianco di coloro che di solito studia. Solo che si tratta sempre dello psicologo brillante che abbiamo conosciuto grazie allo show, non dimentichiamocelo.

LEGGI ANCHE  BULL 3 sbarca in Italia il 30 marzo su Rai 2 | Anticipazioni

Bull 3 anticipazioni e trama episodio 3

Nella nuova puntata, Jason verrà convocato dal Commissario di Polizia per risolvere un problema recente. L’agente Tanya ha sparato infatti ad un uomo ubriaco che ha incrociato nei bagni e che è riuscito inizialmente a rubarle la pistola. La vittima è un insegnante stimato e questo ha provocato le contestazioni di gran parte della popolazione nei confronti della Polizia. Anche Tanya verrà costretta a rinchiudersi in casa. Jason è sicuro che la squadra potrebbe inoltre tenere in considerazione la razza, chiudendo il caso senza approfondire le vere dinamiche dell’incidente. Sulle prime Tanya verrà indicata come colpevole, visto che le telecamere dimostreranno la sua volontarietà nello sparare contro l’insegnante. Le anticipazioni di Bull 3 ci rivelano però che ci sarà il colpo di scena finale.