Ray Donovan 4 ritorna nella seconda serata di Rai 4 di domenica, 30 settembre 2017, con la sua seconda puntata. Il protagonista dovrà fare i conti ancora una volta con i propri demoni, dopo aver cercato di redimersi in seguito allo scontro con gli Armeni. L’aiuto di padre Romero ed il supporto indiretto di un nuovo amico, sembrano aver permesso a Ray di uscire dalla nebbia, ma fino a che punto?

In Ray Donovan 4×02 scopriremo infatti che pur non cercando i guai, il noto tuttofare vi finirà comunque nel mezzo. E questo non senza considerare che ha davvero fatto di tutto per rimanere pulito. In questo momento, il più duro della famiglia sta cercando ancora di rimettere insieme i molteplici pezzi di se stesso. Presto o tardi proprio chi lo ha aiutato chiederà il suo appoggio per uscire da una situazione disastrosa.

Anticipazioni Ray Donovan | Mick è una calamita per i guai

Anche Mick contribuirà come sempre a rendere difficile la vita dei figli. In Ray Donovan 4 la sua esperienza con i nativi indiani sarà cruciale per tanti membri della sua famiglia e si ripercuoterà in modo indiretto sui Donovan anche nella successiva stagione. Come accade in ogni capitolo della serie Tv, quanto sta vivendo il protagonista non sarà molto distante dall’esperienza dei fratelli. Abbiamo visto infatti Terry in piena crisi mistica, ma già pronto a dare in escandescenza al primo rifiuto.

LEGGI ANCHE  Ray Donovan 6x02 recensione: il richiamo della famiglia

Il segreto di Hector sarà il vortice di Ray Donovan

In Ray Donovan 4×02, Ray continuerà ad aiutare Hector con la sorella. Marisol, il cui nome fornisce il titolo alla puntata, conosce infatti uno scabroso segreto sul pugile ed è pronta a rivelarlo al mondo, al solo scopo di distruggerne la carriera. Intanto, Abby cercherà di aiutare Bunchy con Maria, con cui sta attraversando una profonda crisi matrimoniale. Ray invece dovrà guardarsi le spalle dalla Muncie, che è pronta per sfruttare le prove che ha contro la famiglia per fare le dovute pressioni sul protagonista. E non sarà l’unica tempesta all’orizzonte, dato che la mafia russa busserà presto alla sua porta.