Anna Mancini ne Il Silenzio dell’Acqua è il personaggio di Valentina D’Agostino, per un ruolo chiave nello sviluppo narrativo. La donna infatti è la madre della ragazza scomparsa, che metterà in moto la macchina di ricerche e permetterà ai due protagonisti di scoprire importanti verità su tutto il paesino di Castel Marciano.Anna Mancini sarà la prima a lanciare l’allarme, quando scoprirà che la figlia non è ancora rientrata a casa dopo una giornata trascorsa fuori e che rimarrà avvolta nel mistero. Almeno all’inizio.

Anna Mancini ne Il Silenzio dell’Acqua: chi è?

Anna non esiterà a pensare che sia successo qualcosa di brutto alla figlia. Laura (Caterina Biasiol) infatti è un’abitudinaria ed anche se i loro rapporti a volte si sono scaldati, è sempre stata coscienziosa. Soprattutto quando si parla del bar gestito dalla madre, uno dei principali modi con cui la donna ha cercato di trovare una sua dimensione nel paesino e nella comunità in generale. Anna Mancini infatti ha avuto dei problemi con i compaesani e non solo perché rimasta sola a crescere una ragazzina.

Il suo essere anticonformista e controcorrente l’ha spesso spinta al centro delle chiacchiere del paese. Rimasta incinta di Laura a soli sedici anni, non ha mai più visto il padre della figlia dopo quella vacanza estiva in cui il suo modo è cambiato. A distanza di tanti anni, la Mancini è riuscita ad aprire un’attività tutta sua ed ha trovato in Franco un possibile compagno. Anche se ha dovuto mantenere segreta la loro relazione, per via dei problemi con la legge che lui ha collezionato in precedenza. Una volta scoperto che la figlia non è rientrata in casa, la donna avviserà subito Andrea Baldini (Giorgio Pasotti) perché provi a rintracciarla. Il primo pensiero sarà che la ragazza sia scappata proprio per via della sua relazione con Franco.