Chi l’ha visto ritorna nella prima serata del 6 marzo 2019 con nuove inchieste ed approfondimenti di cronaca nazionale. Al centro della nuova puntata il caso di Alessio Vinci, la cui morte è ancora avvolta nel mistero. Le anticipazioni di Chi l’ha visto seguono le tracce del diciottenne, ufficialmente morto suicida. Eppure non mancano misteri e ombre ancora da chiarire.

Chi l’ha visto anticipazioni 6 marzo, i casi della puntata

C’è la Blue Whale dietro la morte di Alessio Vinci? Secondo gli inquirenti francesi, il ragazzo si sarebbe gettato dalla gru di Parigi e l’autopsia conferma la presenza di lesioni compatibili con la precipitazione. Prima di essere ritrovato privo di vita, Alessio ha scritto un messaggio d’addio diretto ai nonni. Nonno Vincenzo in particolare ha sempre avuto un legame speciale con il ragazzo. Ad unirli ancora di più sono state le tragedie e le disgrazie di una vita semplice, che ancora una volta si abbatte sui Vinci.

La Magistratura francese intanto è sicura che Alessio Vinci abbia deciso di togliersi la vita. Qualcosa però non quadra agli occhi del nonno e degli amici: il ragazzo non era depresso ed anzi non vedeva l’ora di mettere alla prova la patente presa da appena una settimana. Massimo dei voti al Liceo da cui era uscito l’anno scorso ed un futuro brillante nella facoltà di Ingegneria della sua Torino. L’ultima telefonata con nonno Vincenzo la notte prima della tragedia, dove il ragazzo parla di Parigi e non accenna al fatto che si trovi in Francia. Neppure il miglior amico Matteo, sottolinea Il Corriere della Sera, sapeva nulla del suo viaggio.

L’ultimo giorno di Alessio Vinci

Grazie alle indagini delle autorità francesi si sa qualcosa di più sulle ultime ore di vita del ragazzo torinese. Partito il 17 gennaio da Torino e in treno, avrebbe preso alloggio all’hotel Le Meridien. Avrebbe chiesto anche in modo specifico di poter avere una stanza nel piano più alto. Avrebbe anche chiesto allo staff di poter aprire la finestra per fumare, ma il permesso gli è stato negato. Quella notte poi è uscito dalla struttura e non ha fatto più ritorno.

Alle 4.16 del mattino l’ultimo messaggio all’amica Simona, un sms in cui parla dei nonni e di quanto siano stati “i migliori genitori che avessi potuto avere”. Ed è proprio questo particolare a richiamare l’attenzione sulla Blue Whale, il gioco mortale che avrebbe già fatto diverse vittime in tutto il mondo. Una delle regole infatti prevede la sveglia alle 4.20 del mattino, prima di salire su una gru.

L’ipotesi del casinò

Alessio Vinci è rimasto coinvolto in un brutto giro? Nonno Vincenzo esclude la Blue Whale e crede che ci sia dietro qualcosa di più. Una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti riguarda una grossa somma di denaro che il ragazzo ha depositato tempo prima in una banca di Monaco. Si parla di 170 mila euro, vinti al casinò. Si tratta però solo di voci, come quella del prelievo di 700 euro che Alessio avrebbe fatto al suo arrivo a Parigi. Il nonno invece conferma che il ragazzo non fosse in possesso di un bancomat o di una carta di credito. I due condividevano invece pochi spicci sul bancoposta, per le spese universitarie.

Ci sono anche altri indizi, che verranno trattati nella puntata di Chi l’ha visto di questa sera. Si parla in particolare della sigla ETP ritrovata nel pc del ragazzo e persino al di sotto della sua scrivania, marchiata a fuoco. Le anticipazioni di Chi l’ha visto partono dalla vita della giovane vittima, una carriera brillante come studente di ingegneria aerospaziale ed il sogno di diventare astronauta, di volare. Eppure quella lettera di addio lasciata nell’hotel parigino ancora non convince.