HTGAWM 5×11 recensione – L’undicesimo episodio è stato trasmesso in America giovedì, 31 gennaio 2019. “Be the Martyr” vede l’FBI fare passi significativi per il caso Miller. Ed a farne le spese, seppur in modo indiretto sarà come sempre Annalise. Nel frattempo, i K4 lottano contro i pericoli in agguato e Bonnie si chiede se Miller fosse innocente. La nostra recensione di HTGAWM 5×11 contiene come sempre SPOILER: non proseguire se non hai ancora visto la puntata.

HTGAWM 5×11 sinossi in breve

Nate prosegue con il suo piano: dimostrare che Miller ha corrotto il caso di omicidio di Lahey Senior. Bonnie però è convinta di aver condannato un innocente e non riesce a farsene una ragione. Michaela invece cerca di tenere buona Tegan, non sapendo che cosa succederà a causa dei suoi tentennamenti. Nel frattempo, Crawford rivedere l’ex fidanzata che ha provocato un richiamo disciplinare da parte dello studio. Sarà Annalise a difenderlo, mentre cerca di impedire che Nate finisca nel mirino dei federali.

LEGGI ANCHE  HTGAWM 5x11: si ritorna in prima linea

HTGAWM 5×11 recensione e analisi episodio

Annalise deve avere gli occhi aperti su tutti i fronti in questa nuova puntata. In quanto avvocato deve mantenere le apparenze ed occuparsi di qualsiasi caso le proporrà lo studio, anche se questa volta è Crawford a chiedere il suo aiuto. Per la prima volta conosciamo Nora, la donna con cui l’avvocato ha avuto una relazione e collegata al suo trasferimento in altra sede. La Keating ha ovviamente una strategia tutta sua per evitare che Crawford venga manipolato da una mantide religiosa. E forse è l’unica strada che la rende sicura del piano da seguire, cosa che non succede in tutti gli altri contesti.

Abbiamo infatti il crollo emotivo di Bonnie e Annalise sa quali tormenti animano la sua ex assistente. Per questo cerca di convincerla a rimanere, restituendole un po’ di quell’affetto misto a controllo che Bon Bon ha sempre riservato a lei. Le parti si sono invertite? Nemmeno per idea. Semplicemente Annalise sa bene come manipolare le persone e sa che Bonnie potrebbe darle retta solo se farà leva sul suo senso materno. Purtroppo non ci riesce e quindi fa quel piccolo salto in avanti per assicurarsi comunque la sua incolumità: chiedere ad Asher un favore. Riuscirà poi a mantenere i nervi saldi anche quando scoprirà che i K4 sono a conoscenza della morte di Miller. Quanto sta accadendo potrebbe spingerla e bere, ma la Keating sa bene che in questo momento non se lo può permettere. Non ancora per lo meno.

Bonnie in How To Get Away With Murder 5 episodio 11

Bonnie guarda l’abisso negli occhi

Bonnie è troppo impegnata a risolvere i suoi personali casini per comprendere quanto sta accadendo attorno a lei. Il senso di colpa per aver ucciso un innocente che l’amava non la lascia in pace. E l’unica cosa che può fare in questo caso è trovare un capro espiatorio. Asher fa proprio al caso suo ed il fatto che spunti proprio in un determinato momento le dà la possibilità di scaricare la sua rabbia su di lui. Anche se in modo contenuto, dopo tutto si parla sempre dell’algida Bonnie. Non crollerebbe mai di fronte a testimoni e ce lo dimostra quando pur mantenendo una facciata di equilibrio, finisce per accendere l’auto nella speranza di morire soffocata a causa delle emissioni.

Amore e morte vanno a braccetto

HTGAWM 5×11 ci parla comunque d’amore sotto molti punti di vista. Da un lato abbiamo infatti Laurel, preoccupata che il figlio possa crescere con un trauma. Mamma orsa ruggisce ancora di fronte al potenziale pericolo per il suo cucciolo e per fortuna può contare su una più rilassata Michaela, che per una volta non sembra travolta dagli eventi. Grazie al terrore di Laurel, scopriamo qualcosa di più sul passato dell’amica e ci viene offerto un dettaglio importante di cui siamo sempre rimasti all’oscuro. L’amore ritorna anche negli occhi lucidi di Frank, fortemente preoccupato che Bonnie possa farsi del male da sola. La conferma gli verrà offerta quando la troverà seduta in auto pronta a morire e ci offrirà una scena da salvatore degna di nota.

Annalise in How To Get Away With Murder 5, episodio 11

ABC/Gilles Mingasson

Come al solito, Mr Delfino ha una doppia faccia che lo rende pericoloso sotto ogni punto di vista. Anche quello sentimentale. Ed è sempre di amore che si parla quando Annalise si ritrova a riservare lo stesso sguardo sia Crawford che a Nate. Tegan, fatti da parte perché la Rothlow a quanto pare è l’unica donna a scuotere la Keating. L’espressione dell’avvocato comunque ci spinge a chiederci: sta valutando quale dei due uomini vorrebbe al suo fianco? Due poli opposti in definitiva, la luce bianca di Crawford e la giustizia e l’oscurità di Nate con i suoi tormenti e la stessa sete di verità. Anche se i due seguono strade opposte per arrivare ai loro obbiettivi.

Gabriel è una macchia di sugo su un maglione nuovo

Gabriel è uno dei primi ad essere chiamato a deporre sul suo rapporto con Miller. Quella telefonata fatta dopo aver parlato con Annalise lo rende uno dei potenziali sospettati. Ha deciso però di difendere il segreto su una parte della verità e sappiamo che la Telesco riuscirà a scoprire che cosa nasconde davvero. Gabriel è l’uomo sbagliato al momento sbagliato. E lo dimostra anche che per farsi bello di fronte a Tegan mette a rischio le menzogne dei K4 sul caso Lahey.

Frank lo considera per certi versi un suo pari, ma noi sappiamo che è solo uno sprovveduto. La conferma ci viene offerta su un piatto d’argento quando finisce in prigione ed è costretto a chiamare Annalise per avere un difensore. Intuiamo già che cosa significherà per la trama futura: HTGAWM 5×11 precede di un passo l’obbligo per la Keating di proteggere il ragazzo per salvaguardare Nate. E non può nemmeno far ricadere la colpa della scomparsa di Miller su di lui. Peccato.

Michaela in How To Get Away With Murder 5 episodio 11

Il tradimento di Tegan è la salvezza di Michaela

HTGAWM 5×11 ci offre anche una visuale inedita di Tegan, che forse abbiamo apprezzato sempre un po’ a fatica. A volte magari abbiamo preso le sue parti come la buona della situazione, ma credevamo davvero che si fosse fatta strada nel mondo della Legge con sorrisi e polso debole? Illusi. Tegan è quel tassello che potrebbe complicare ogni cosa per Annalise, molto più pericolosa di qualsiasi altro. Subdola, viscida. Disposta persino ad intraprendere una relazione con la Keating se fosse necessario e solo per ottenere le informazioni utili da passare alla Telesco. Purtroppo Annalise si trova di fronte ad un’avversaria temibile e non parliamo della federale che sta facendo delle semplici somme in base agli elementi ottenuti. Tegan è una bomba ad orologeria: se Michaela solo sapesse, non farebbe di tutto per ingraziarsela.

Conclusioni

Siamo ancora in alto mare, al fianco di Bonnie che lotta fra la vita e la morte. Almeno per quanto riguarda Miller ed il suo possibile coinvolgimento con la Governatrice. Dovremmo dare retta all’intuito di Nate, che sprezzante del pericolo è disposto ad osare sempre di più per dimostrare di avere ragione? Forse sì ed il fatto che Miller abbia nascosto le sue reali intenzioni con Annalise alla fidanzata la dice lunga sul fatto che potrebbe averla usata per arrivare alla preda principale. Ci è sembrato sincero quando ha detto a Bon Bon di amarla, ma non lo abbiamo conosciuto abbastanza per dire con certezza che i suoi sentimenti fossero reali.

I k4 in How To Get Away With Murder 5 episodio 11

Annalise riuscirà ad avere una relazione? Il terreno sembra prepararci al grande evento e non sappiamo davvero se si tratterà di Nate o Crawford. La stessa Keating è rimasta sorpresa nello scoprire che il suo superiore aveva avuto la stessa idea per il caso farmaceutico. E forse in quel momento ha iniziato a vederlo come un uomo e non come uno stupido. Nonostante il risultato finale sia ancora un punto interrogativo, sappiamo che una fetta del cuore di Annalise sarà sempre in mano a Nate. Prima di giungere ad una eventuale scelta, dovrà mettere sui piatti della bilancia il futuro equilibrato con Crawford ed il fascino del tenebroso di Nate. La nostra recensione di HTGAWM 5×11 finisce qui e come sempre vi diamo appuntamento alla prossima settimana.