L’Isola dei Famosi 2019 si rivela già difficile per tutti i Naufraghi presenti quest’anno. Negli ultimi giorni infatti le Honduras sono state colpite da vento e pioggia, che ha spazzato via le capanne realizzate per il riparo. In difficoltà non solo la Ciurma, ma anche l’Isola dei Pirati guidata da una leader dal polso debole come Marina La Rosa. O forse strategica, visto che ha scelto di tacere di fronte alla conoscenza di Kaspar Capparoni. L’Isola dei Famosi 2019 regala già i primi digiuni: lo sa bene la Ciurma, che fa i conti con l’assenza del fuoco.

Isola dei Famosi 2019, Daytime giorno 5

Le capanne non sono riuscite a reggere le intemperie e non appena il tempo si è placato, i Naufraghi si sono messi all’opera per rimettere in piedi le strutture. Alcune divergenze fra Kaspar e Marina: il primo è convinto che il riparo vada costruito il più vicino possibile alla spiaggia. La seconda invece avrebbe preferito addentrarsi nella vegetazione. Di fronte alla sicurezza di Capparoni, la gattamorta ha preferito alzare le mani. Leader sì, ma con cognizione di causa. Di contro l’attore ha sottolineato di non essere arrogante, ma solo di avere una forte esperienza rispetto ai compagni. Merito dell’adolescenza trascorsa con gli scout. Il fuoco tra l’altro è stato donato dai Pirati, visto che in questi giorni si è spento a causa delle intemperie.

LEGGI ANCHE  Isola dei Famosi 2019: prima puntata, nomination e sfide | 24 gennaio

La Ciurma invece rimane a stomaco vuoto ed il motivo è l’assenza del fuoco. Ghezzal ha cercato di convincere Vismara a riaccendere il falò, ma l’ex concorrente di Amici non ci è riuscito. Si è solo reso conto che non è così semplice come appare nei film, quando basta sfregare qualche legnetto per ottenere una piccola fiamma. Svanito anche il tentativo di sfruttare le lenti degli occhiali. E per il gruppo non rimane altro che aprire una lattina di ceci, da dividere fra tutti i presenti. A quanto pare anche la macchina per il riso prevista per l’Isola dei Famosi 2019 non dà i risultati sperati, anche se tutti si sono messi all’opera per cercare di riempire lo stomaco.