Cordio è il nome d’arte di Pierfrancesco Cordio, cantautore che vedremo a Sanremo Giovani 2018 con la canzone La nostra vita. Si tratta di uno dei concorrenti più interessanti di quest’anno e non solo perché si accosta alla composizione da giovanissimo. Cordio è infatti amico di Ermal Meta, che ha prodotto il suo primo album e lo ha supportato in questo nuovo contesto. Prima di vederlo in gara, scopriamo qualcosa di più su di lui: età, biografia, canzoni e altre curiosità.

La biografia di Pierfrancesco Cordio

Cordio nasce a Catania nel 1995 ed inizia fin da bambino a studiare pianoforte e chitarra. A soli 13 anni compone la sua prima canzone, mentre si unisce alla band Blumodo per cinque anni come cantante e tastierista. Il gruppo gli permette di partecipare a diversi festival musicali e di registrare alcuni brani in studio. Nel 2015 incontra Ermal Meta per caso in spiaggia a Taormina e da lì inizia l’evoluzione del cantautore, che diventerà amico e spalla del vincitore di Sanremo 2017. Si trasferisce infatti a Milano e si iscrive al Centro Professionale Musica per il corso Writing and Production, a cui affianca lo studio del pianoforte classico presso la Scuola Civica Claudio Abbado.

LEGGI ANCHE  Sanremo Giovani, tra i 69 artisti scelti tanti ex di Amici: dai La Rua a Einar Ortiz, da Federico Angelucci a Zic

Come seguirlo sui social

Preferisce definirsi un Autore piuttosto che un cantautore, anche se a volte usa il prefisso “can”. Con ironia e profondità, Pierfrancesco sottolinea così sulla sua bio di Instagram per accogliere i suoi followers. “Quando ero bambino sognavo di fare il calciatore“, dice invece in uno degli ultimi post per condividere le emozioni di ritrovarsi fra i papabili che arriveranno al Festival di Sanremo. Su Instagram il suo nick è @cordiomusic. E’ presente anche su Facebook, ma a giudicare dalla frequenza con cui aggiorna il profilo è facile intuire che non adori proprio i social. Per seguire Cordio su Facebook è sufficiente però lasciare il like sulla sua pagina ufficiale, accessibile seguendo il nostro link.

La discografia: quali canzoni ha scritto?

Anche se il rapporto con la musica nasce nell’immediato, Cordio riuscirà a dare una svolta importante alla sua carriera solo dopo aver conosciuto Ermal Meta. “Mi trovavo in quel di Taormina, insieme a degli amici e alla mia fidanzata, per fare un bagno”, dice di quel momento a Millenials Official. I due trovano piacevole la conversazione, ma per Pierfrancesco è fondamentale riuscire ad avere il parere di Meta sulla sua musica. Il primo brano che gli fa ascoltare è Secolo 21, ma non ha successo.

Nei mesi successivi continua ad inviargli delle email per avere una sua opinione sulle canzoni che scrive. Ermal in questa fase non esprime mai un parere positivo, ma regala comunque i suoi consigli al cantautore. Sembra che un brano in particolare sia riuscito a conquistare il noto artista, che nel giro di poco tempo regala a Cordio la possibilità di aprire tutti i live del tour di Ermal Meta. Nasce tutto da un live all’Alcatraz di Milano subito dopo Sanremo, che gli vale una conferma anche per il Vietato morire tour.

Piefrancesco Cordio presenta La nostra vita

Non è la prima volta che Cordio tenta di farsi strada fra le Nuove Proposte. L’anno scorso infatti si è presentato con il brano Il Paradiso. Dopo aver superato la prima selezione ai casting, il giovane autore siciliano ha scelto invece per quest’anno il brano La nostra vita. Il significato del testo è da ricercare in tutte quelle piccole cose che spesso si dimenticano perché si considerano insignificanti. Solo quando si perde tuttavia un bene prezioso se ne capisce l’importanza, al pari del tutto. “Un aereo veloce che passa“, dice il testo per indicare la permanenza di tutte le cose e la facilità anche con cui ci lasciamo sfuggire particolari che hanno un significato profondo. Puoi guardare con Il Notiziangolo il video de La nostra vita di Cordio.