Fabrizio Corona si racconta a #CR4, spaziando a tutto tondo nella sua vita ed i recenti fatti di cronaca. Nessuno sconto per Alessandro Cecchi Paone e Ilary Blasi ed una visione chiara sull’errore che avrebbe commesso Asia Argento. Fabrizio Corona risponde alle critiche con la sua solita veemenza: ispira i giovani, al contrario di quanto si dice. Fra carcere e libertà, “il Diavolo in me esiste ancora, purtroppo“.

Fabrizio Corona risponde a Cecchi Paone

Non è passata inosservata la pesante critica fatta dal ricercatore a Silvia Provvedi al Grande Fratello Vip 3. La Casa in cui lo stesso Corona è stato poco tempo fa in qualità di ospite, per parlare proprio con l’ex fidanzata. Secondo il giornalista, Fabrizio sarebbe un pessimo esempio da seguire. La sua preoccupazione riguarda il mondo dei giovani, forse influenzabili da un cattivo maestro.

LEGGI ANCHE  #CR4 anticipazioni 14 novembre: ospiti Corona e Verdone

Ha strumentalizzato la sua omosessualità per fare notizia a fine di carriera“, attacca invece Corona ricordando il coming out di Cecchi Paone. “Non sa cos’è la morale“, ha tuonato ancora parlando dello scontro avvenuto nel reality. La Provvedi sarebbe stata l’unica a non sfruttare la sua popolarità a fini personali. Dal suo canto invece afferma di essere un costruttore, un creatore. Ogni volta che è uscito dal carcere ha rimesso in piedi attività e dato lavoro a molte persone.

Diverso invece il suo intervento nel programma di Ilary Blasi, con cui ha avuto un’accesa lite diventata subito virale. “Oggi abbiamo messo un punto finale”, afferma. Nei giorni successivi alla famosa diretta, Corona ha fatto le dovute scuse a Francesco Totti per aver rispolverato i vecchi dissapori. “La cosa è risolta“, si sente di dire alla luce dei fatti ormai passati.

L’esperienza del carcere

L’ex re dei paparazzi ancora non si capacita su come non sia possibile scontare la pena al di fuori degli istituti penitenziari. “L’unica cosa che può fare dopo è andare a rubare“, dice in merito alle difficoltà degli ex detenuti di trovare lavoro una volta usciti. Una realtà che non lo ha riguardato in via diretta, ma che ha potuto assaggiare negli ultimi anni. E la sua personale pace interiore? Corona è consapevole di essersi lasciato corrompere dai vizi dell’esistenza e di avere ancora tanta strada da fare. Spera però che un giorno riuscirà ad appropriarsi della sua identità e troverà persino uno spazio tutto suo nel mondo. Anche se di passi in avanti rispetto al 2007 ne ha fatti molti: da trash a radical chic.

Corona e la fede: “Non ho visto nessuna luce”

L’esperienza dietro le sbarre ha permesso a Fabrizio di rimettere in moto la sua vita. Tutto da solo, come ci tiene a specificare. Nessuna luce in fondo al tunnel pronta ad accoglierlo e la mano divina che lo ha aiutato ad alzarsi. Solo tanta determinazione nel volersi rimettere in piedi. Ed oggi che pensa alla fede, può affermare di averla persa del tutto. Distanze anche dalla madre, che non sente da oltre un anno. Non ha bisogno di problemi inutili, sottolinea al conduttore di #CR4. Una volta visti i veri problemi in galera, adesso sa che cosa scrollarsi di dosso.

“Asia Argento ha sbagliato a pagare”, il caso Bennett

Neo relazione in prima posizione e non solo: Corona ha un’idea precisa anche di quale errore avrebbe commesso l’attrice e regista italiana. Non avrebbe dovuto pagare Jimmy Bennett [in realtà è stato il compagno Anthony Bourdain, ndr], per evitare di dare adito alle accuse successive e ricevute dall’opinione pubblica. Asia infatti non avrebbe dovuto cedere, estrarre più coraggio e scontrarsi contro il suo accusatore. “Non bisogna mai transare e pagare“, dice Fabrizio Corona ricordando che in fin dei conti non è stata la Argento a voler pagare Bennett, ma lo chef francese scomparso lo scorso giugno.

LEGGI ANCHE  Asia Argento a #CR4: "Ancora non mi fido di Fabrizio Corona"