AHS 8 anticipazioni 14 novembreSeconda puntata per American Horror Story: Apocalypse, l’ottava stagione della saga di Ryan Murphy. “Il Mattino Dopo” ci svelerà meglio che cosa è accaduto un anno e mezzo dopo il disastro nucleare ed il giorno seguente al risveglio di Michael Langdon come Anticristo. Le anticipazioni di AHS 8 prevedono una rivelazione shock su Mead, il personaggio di Kathy Bates.

AHS 8 anticipazioni seconda puntata, 14 novembre

Abbiamo appena iniziato a conoscere la verità su Michael Langdon e finora sappiamo solo che la sua natura malvagia lo renderà inarrestabile. Farà la sua incursione nell’Avamposto di Veneable ed avrà in particolare un dialogo con Gallant (Evan Peters), per via del suo odio profondo verso la nonna Evie (Joan Collins). Poco dopo farà il suo ingresso una nostra vecchia conoscenza, il Rubber Man che abbiamo incontrato in Murder House grazie a Chad (Zachary Quinto) ed in seguito come alter ego di Tate Langdon in Murder House. Di seguito la sinossi ed il promo originale della seconda puntata.

Dopo una scena epica che solo Peters può regalare ai fan più sadici di American Horror Story, nascerà una piccola incomprensione fra Gallant e Langdon. Il primo crede infatti che dietro la tuta di lattice ci sia l’Anticristo, mentre quest’ultimo è disgustato dalla natura patetica del ragazzo. Tutto questo porterà a due morti, di cui solo una in realtà riguarda un essere umano. Con le sue abilità ipnotiche, Michael farà in modo che Gallant uccida la nonna credendo di avere di fronte il Rubber Man. Il tutto anche per svelare una verità su Mead, questa volta grazie all’azione di Timothy. Al centro dello scandalo ci sarà la decisione del ragazzo di avere un rapporto con Emily, andando così contro le regole dell’Avamposto. Secondo le anticipazioni di AHS 8, Mean non è proprio un essere umano.