Will e Grace 10 ripercorre la storia della comedy firmata NBC. Sono trascorsi 18 anni dal coming out di Truman, quando ha deciso di ammettere a Grace di non essere interessato alle donne. Che cosa è accaduto a quel tempo e perché riparlarne adesso? Will e Grace 10 rende omaggio ad una delle scene più cult della storia della serie tv.

Will e Grace 10: una storia vera dietro il coming out di Truman

Partiamo dagli eventi reali: quanto si è svolto nella camera da letto della giovane Adler non è frutto della fantasia degli autori. Il co-creatore Max Mutchnick ha infatti deciso di raccontare una parte di se stesso in quella particolare scena, riproponendo alcuni dei punti cardine del suo stesso coming out. “Emozionante“, ha sottolineato a THR. Anche perché è in quel preciso momento che il rapporto fra Will e Grace è diventato più solido che mai, resistendo ad una delle tempeste più forti della loro vita a due.

Ci troviamo nel 1985 durante la festa del Ringraziamento. Jack racconta di come una giovane e ingenua Grace ha deciso di presentare Will al resto della famiglia, anche se in quel momento nei pensieri del ragazzo c’è un certo discorsetto affrontato proprio con McFarland tempo prima. Jack era sicuro di avere di fronte a sé un gay, anche se il futuro avvocato non era ancora disposto ad ammetterlo. Quella sera però le cose sono andate storte solo per la Adler, che ha dovuto fare i conti con le sue illusioni. Tanto che quell’evento così traumatico la convincerà a non parlare più all’ex fidanzato per un anno intero.

Che cosa è accaduto dopo? Will e Grace 10 ripropone il retroscena mai raccontato finora

E ritorniamo quindi ai giorni nostri, quando Will e Grace si rendono conto che c’è ancora qualcosa da risolvere nel loro rapporto. Ancora una volta è la vita di Mutchnick a regalare le linee guida per questo particolare momento. Il tutto riconducibile ad una brutta estate vissuta con la sua Grace, ovvero l’amica storica Janet Eisenberg. Un’energia negativa che riguardava un pomeriggio trascorso nel suo appartamento, quando la delusione è ritornata ad affacciarsi nell’esistenza di entrambi.

Grazie al consiglio di un terapeuta, il co-creatore della sitcom ha capito quanto non dovesse sentirsi in colpa per aver cercato di proteggersi. Ha dovuto mentire e nascondere di essere gay per via della società che ancora vedeva un omosessuale come una persona scorretta, anormale. Nella trama i due protagonisti inciampano in alcune lettere e ritornano a quella precisa dinamica, quando ogni colpa è stata attribuita all’avvocato. Una menzogna che poteva impedire ai due di andare avanti anche adesso. “Non dovrebbe esserci alcun giudizio. Se questa è la mia verità, dovremmo accettarla e non dovrei scusarmi“, dice Mutchnick. Tutto è cambiato infatti quando ha iniziato a vedere la sua relazione con Janet non secondo le regole etero ma omo.

Perché i creatori hanno voluto ripercorrere quell’episodio

Il mondo LGBTQ ha ormai trovato largo spazio nel mondo delle serie tv ed in tutti i prodotti finalizzati al piccolo schermo. Esiste però uno scoglio da superare ancora, dovuto alle ultime decisioni dell’amministrazione Trump. In questi mesi si è registrato un alto tasso di suicidio fra i giovani transgender ed alle persone che fanno parte della comunità arcobaleno in generale, ha sottolineato Sarah Kate Ellis (presidente della GLAAD).

Ecco perché nella lettera, Will scrive che non avrebbe mai voluto essere gay, ma solo normale. Un senso di colpa insito ancora nella cultura attuale e che spinge diversi ragazzi e ragazze a provare un forte disprezzo nei loro stessi confronti. La mattina dopo la messa in onda dell’episodio Who’s Sorry Now, il quarto di Will e Grace 10, Mutchnick ha ricevuto un messaggio dalla sua Grace.

“La mia vita è migliore perché sei gay. Ti amo e sono così tanto orgogliosa di te”.

Parole che si riaffacciano a quanto detto da Grace a Will nella puntata. In questo modo si è risanata una ferita rimasta aperta e che riguarda la crescita dei due protagonisti. E sottolinea tra l’altro come tutti noi siamo degli esseri complicati, che hanno ancora tante cose da imparare e comprendere. Si può ancora scoprire qualcosa delle persone che abbiamo al nostro fianco oggi e che sono rimaste lì per tanti anni. “Soprattutto ora che stai cercando di essere la visione più vera e migliore di te stesso“, ha concluso il co-creatore di Will e Grace 10.