This Is Us 3×03 recensione – Il terzo episodio del drama è andato in onda sulla CBS il 9 ottobre 2018. “Katie Girls” ci ha dato per la prima volta uno sguardo diverso sul passato di Rebecca. Per la prima volta conosciamo alcuni dettagli sulla sua famiglia e quella difficoltà di sentirsi una donna moderna in un mondo che le vorrebbe impedire di lavorare il legno. La nostra recensione di This Is Us 3×03 è ovviamente piena di spoiler: fate attenzione.

This Is Us 3×03 sinossi in breve

La prima di Kevin va a buon fine, ma una successiva intervista lo spinge a cercare risposte sul padre ed il Vietnam. Randall litiga con Katie e decide di raggiungerla il giorno dell’operazione solo per scusarsi. La sorella però tarda a svegliarsi dall’anestesia perché deve prima chiudere un capitolo della sua vita, mentre Toby diventa sempre più nervoso a causa dell’assenza delle medicine. Nel passato, Rebecca rivede Jack e prende una decisione definitiva che cambierà la vita di entrambi.

This Is Us 3×03 recensione e analisi episodio

Per riuscire a comprendere una traccia del passato bisogna fare diversi passi indietro. Chi è quell’uomo che si presenta alla porta di Rebecca e che spunta nel momento sbagliato per Jack? Alan è una vecchia conoscenza di Rebecca: è il primo ragazzo ad essersi accorto delle sue qualità e ad averla trattata come una ragazza in grado di fare qualsiasi cosa. Lo ritroviamo diversi anni dopo alla sua porta con un mazzo di fiori ed un bacio che spinge Jack ad abbandonare i suoi propositi.

Jack e la sua vita da non protagonista

La guerra in Vietnam ha profondamente cambiato l’animo di Jack, ma è stata la delusione di perdere Rebecca a convincerlo a prendere posizione contro il padre ubriacone. Per questo il ragazzo che fa il suo ritorno a casa è molto diverso da quello che poche ore prima sorrideva innamorato al solo pensiero di aver incontrato la donna della sua vita. C’è un momento in particolare in cui Kev si rammarica di non aver mai chiesto nulla al padre riguardo al Vietnam.

L’altro rovescio della medaglia è considerare che Jack in realtà non ne abbia mai voluto parlare. Troppo dolore? In realtà nessuno glielo ha mai chiesto. Non si tratta quindi di una sua volontà di non parlare di quel periodo se non con altri reduci. Semplicemente è sempre stato abituato a non essere considerato come persona, mettendo alla fine se stesso in secondo piano. Sempre. Nessuna pagina triste per un ragazzo che è cresciuto a contatto con la violenza molto tempo prima di partire come militare.

This Is Us 3 episodio 3, Jack

© 2018 NBC Universal Media

Egoismo e altruismo nel cuore di Randall

Inaspettato successo per Kev all’anteprima del suo film. Le lacrime di Randall? Scontate quasi quanto il suo scontro successivo con Kate. C’è del profondo egoismo nelle azioni del personaggio di Sterling Brown e Beth ci aveva avvisati. Forse ci stiamo rendendo conto della sua natura solo adesso che lo sentiamo sputare sentenze sulle decisioni di Kate, solo perché il suo punto di vista di eterna vittima non gli ha mai permesso di crescere.

Non bisogna dimenticare però l’altro rovescio della medaglia di Randall. Quella parte di lui che poi lo fa volare fino a Los Angeles con il primo volo e solo per chiedere scusa a Katie. Un’eredità di Jack, come gli farà notare la sorella in ospedale. E non è un caso che si parli di Los Angeles, visto che è la location al centro della terza puntata. La meta che alla fine Jack e Rebecca sceglieranno per il futuro della loro vita a due e poi a cinque. Randall si sente sempre un estraneo nella sua stessa famiglia e non si accorge invece quanto il legame di sangue sia alla fine insignificante riguardo alla crescita, l’educazione. La trasmissione di valori di padre in figlio.

This Is Us 3 episodio 3, Kevin e Randall

© 2018 NBC Universal Media

 

Quell’unico attimo pieno di delusione per Kevin

L’eredità di Jack non è un pensiero estraneo a Kevin, che durante l’intervista radio si accorgerà di aver compiuto un errore in passato. Certo era fin troppo piccolo, ma ora si pente di non essere stato più curioso. La vita è fatta di scelte che spesso riguardano un attimo solo. Ce lo ricorda Kevin con quella parentesi collegata alla guerra e che lo porterà indietro nel tempo alla ricerca della verità sul padre. La stessa che per ora sembra ignorare in toto, visto che nell’email al commilitone del padre lo ha definito “meccanico”. Qualcosa ci dice che il ruolo di Pearson Senior in realtà sia stato molto diverso. In This Is Us 3×03 purtroppo l’incursione di Kevin nella traccia narrativa è solo secondaria, anche se avremo modo di occuparci di lui nell’appuntamento successivo.

Tre volte Kate

I riflettori nel terzo episodio sono tutti puntati su Kate. Sulle molteplici Kate che vivono da sempre dentro di lei. La versione bambina, che con tanta ingenuità ed allegria non aveva ancora scoperto le amarezze della vita. E poi la versione disillusa, che affonda ancora una volta i suoi problemi nel cibo e vede la vita con quella negatività da cui si sentirà perseguitata nei decenni successivi. Solo in quel momento intuisce di poter scacciare tutto, prendendo quella piccola decisione: diventare protagonista della sua esistenza e non più spettatrice, alla ricerca di un passato che non tornerà mai più. Il presente ed il futuro invece possono ancora contare sulle sue azioni. Un altro dei temi centrali di questo appuntamento in tv, che ci viene ricordato anche dalla decisione sibillina di Randall di fare qualcosa per il quartiere.

This Is Us 3 episodio 3, Rebecca e Jack

© 2018 NBC Universal Media

 

Conclusioni

L’azione ci mostra inoltre la contraddizione di Jack. Anche se i figli lo vedranno come un uomo che ama fare piuttosto che aspettare, in realtà non è sempre stato così. O meglio lo sarà solo in alcuni momenti, come dimostra imponendo alla madre di abbandonare il marito. Lo scopriamo grazie a Rebecca, che sceglierà di tornare sui suoi passi animata da una sensazione positiva su Jack. Sarà lei ad avvicinarsi a lui quando lo vede al supermercato.

Ed ancora lei gli chiederà dei suoi sogni, nel tentativo di scoprire qualcosa di importante sul ragazzo che ha di fronte e che potrebbe aiutarla a confermare ciò che sente a livello istintivo. Ed alla fine sarà sempre lei a scegliere di interrompere la relazione con Alan e dirigersi verso la casa in cui sa di trovare Jack. Le azioni quindi sono tutte di Rebecca, spesso messa in secondo piano dai figli in confronto al marito. Jack però non lo avrebbe mai permesso. La nostra recensione di This Is Us 3×03 finisce qui, ma vi diamo appuntamento con il prossimo episodio.