HTGAWM 5×04 recensione – Il quarto episodio della serie Tv con Viola Davis è andato in onda giovedì, 18 ottobre 2018, sulla ABC. “It’s Her Kid” ci svela che Annalise alla fine ha ceduto alla proposta di Tegan di uscire insieme. La recensione di HTGAWM 5×04 che troverete qui di seguito contiene ovviamente degli spoiler: leggete a vostro rischio e pericolo.

HTGAWM 5×04 sinossi in breve

Annalise continua a cercare di risollevare le sorti dello studio, mentre prepara il padre di Nate per affrontare la perizia psichiatrica. Dopo aver riflettuto a lungo, accetta la richiesta dell’ex poliziotto di informare Bonnie su quanto ha scoperto. Oliver affronta invece Frank ed inizia ad indagare su Maddox, prima di essere beccato dall’ex assistente della Keating. Michaela cerca ancora di impressionare Tegan, mentre Connor ha uno scontro diretto con Annalise. Nel futuro, Oliver e Nate sono fra gli assenti del ricevimento e Michaela sospetta che Bonnie abbia fatto qualcosa. Non sa però che il cellulare dell’ex poliziotto è nelle sue mani.

HTGAWM 5×04 recensione e analisi episodio

Con un meraviglioso intreccio di passato, presente e futuro, scopriamo che cosa è accaduto subito dopo il finale precedente. HTGAWM 5×04 vede ancora una volta Annalise e Nate in perfetto disaccordo su come procedere con Bonnie. L’avvocato crede che dovrebbe rimanere tutto in silenzio, mentre il poliziotto è sicuro che abbia bisogno di sapere la verità. Anche se molti di noi hanno sperato in un esito passionale, la serata con Tegan si traduce in un ballo malinconico per la Keating. Non possiamo escludere del tutto un risvolto romantico, soprattutto perché l’algida Tegan ci ricorda dal punto di vista caratteriale un altro avvocato di nostra conoscenza.

How to get away with murder 5 episodio 4, Annalise

ABC/Mitch Haasesth

La verità è un pasto da dividere in due

La verità comunque rimane uno dei punti centrali di HTGAWM 5×04, anche se Nate è fin troppo abile a parlare di principi quando si tratta di altri. Un pensiero che attraversa la mente di Annalise subito dopo la visita in carcere, quando scopre che Nate non ha detto nulla al genitore di come si evolverà il suo processo anche nella migliore delle ipotesi. La stessa ricerca della verità spinge Oliver a bussare alla porta di Frank, salvo andarsene con una mezza bugia. C’è un momento però in cui teme il peggio ed in cui forse realizza davvero chi ha di fronte: Frank non è di certo il conoscente che vorresti avere nella tua cerchia.

La portata devastante dell’insicurezza

La verità potrebbe sembrare persino il motore che spinge Connor a chiedersi perché Annalise lo abbia scelto per la sua squadra. Non è così. L’insicurezza è il male maggiore per lo studente meno coriaceo del gruppo. La stessa che poi lo spinge a rovinare tutto proprio nel momento meno adatto, ovvero quando la Keating ha deciso di affidargli la sedia di co-difensore. E non di certo perché prova pena nei suoi confronti, ma perché fra i due è l’unica a quanto pare a credere nelle sue qualità. Purtroppo il rapporto creato fra Connor e Annalise ricorda quello sviluppato con il padre del ragazzo nella prima parte della sua vita. Ed è Annalise a pagare lo scotto, vista la distanza del genitore.

La felicità è un volo di farfalla per Bonnie

Anche se le relazioni non vanno per il meglio a tutti i protagonisti, Bonnie vive davvero un momento d’oro. Lo abbiamo già visto in passato: non durerà a lungo e sappiamo anche il perché. Così come il sorriso sul volto del padre di Nate si prepara a sparire in tempo record. E visto che prima della fine di HTGAWM 5×04 Lahey sorride ancora, possiamo solo assistere alla trasformazione della felicità di Bonnie. Ha appena scoperto che il figlio è ancora vivo e può solo temere il peggio. Anche se la sua tristezza in realtà per ora riguarda solo il suo futuro e la possibilità che il passato rovini ancora ciò che sta disperatamente cercando di ricostruire. Non una sola parola infatti sulla ricerca del ragazzo, con il dubbio che si tratti davvero di quello che vive con la sorella Julie.

Il mistero di Maddox

Ed è qui che ancora una volta subentra Gabriel. Oliver ha sviluppato una grande ossessione nei suoi confronti, soprattutto per quella sua sete smodata di scovare il marcio ovunque. Il tutto poi si traduce sempre in un grande pericolo e vista la sua assenza subito dopo il matrimonio, siamo quasi autorizzati a temere il peggio. D’altronde perché Oliver si dovrebbe interessare così tanto a Bonnie e non al resto dei K4? L’unica ricerca che per ora gli abbiamo visto condurre è proprio sull’ex assistente della Keating, forse perché il suo cognome gli ha ricordato qualcun altro.

How to get away with murder 5 episodio 4, Nate

ABC/Mitch Haasesth

Il futuro è ancora un punto interrogativo

Prima che il quarto episodio si concluda, ritorniamo ad occuparci della traccia futura. Un mese e mezzo dopo, Michaela cerca ancora di mettersi in contatto con Nate ed abbiamo quasi la certezza che fra i due si svilupperà qualcosa a livello romantico. Michaela è sola e di certo non sta con Asher, che per ora non vediamo presente al party. E dato che adesso Nate è svincolato da qualsiasi relazione, ci chiediamo se i due svilupperanno un’attrazione reciproca. Peccato che il cellulare dell’ex poliziotto sia nelle mani di Bonnie e questo ci spinge a chiederci come mai. Possiamo dare per scontato che il sangue schizzato sulle sue gambe sia quello di Nate? Anche Oliver manca all’appello, ma qualcosa ci dice che Connor lo troverà all’esterno del padiglione.

Conclusioni

Questo nuovo appuntamento ci spinge a porci diverse domande. Da un lato abbiamo Tegan e Annalise, che oltre a condividere il lavoro, adesso sembrano diventate amiche. Tegan però manca al ricevimento di Connor e Oliver e quindi possiamo dare per scontato che non succederà nulla fra i due avvocati. Del resto la Keating ritorna a casa da sola ed anche se la villa è diversa, l’angoscia è la stessa che ha vissuto in passato. E ciò implica che sappia la verità o che addirittura sia più coinvolta di quanto sospettiamo. Non sarebbe la prima volta tuttavia che arriviamo a crederla capace di un delitto, anche se non è mai accaduto.

Potrebbe aver scelto invece di allontanarsi dalla scena del crimine per evitare che i sospetti ricadano su di lei. E quell’urlo disperato che riesce infine ad emettere fra la confusione della sua mente, potrebbe confermarci che il delitto questa volta riguardi Nate. L’avvocato avrebbe mai reagito in questo modo se in ballo ci fosse stata la vita di Oliver? Davvero difficile. Possiamo escludere Maddox, ma fino ad un certo punto. Se davvero Gabriel è il figlio di Bonnie, non può di sicuro arrivare ad ucciderlo. E non ci siamo dimenticati di Miller, che dal prossimo appuntamento diventerà una vera bomba ad orologeria per la Witterbottom. La nostra recensione di HTGAWM 5×04 si conclude qui: vi aspettiamo la prossima settimana!