Francesco Totti a Verissimo, come ospite della puntata di sabato, 29 ottobre 2018. Il Capitano della Roma è nel pieno di un vortice televisivo: anche se ha appeso la maglia e le scarpette al chiodo, le sue ospitate in tv sono numerose. E così a Verissimo ha voluto raccontare della sua reazione come padre di fronte al desiderio del figlio Christian di lanciarsi nel mondo del calcio. Francesco Totti avrebbe preferito una strada diversa per il suo rampollo, dubbioso forse sul fatto che possa essere avvantaggiato dal suo cognome.

Francesco Totti ospite a Verissimo: “Mio papà non mi ha mai fatto i complimenti, anzi mi ha sempre bastonato”

Il rapporto fra il Capitano ed il figlio Christian è sempre stato forte eppure proprio questo riporta l’ex calciatore indietro nel tempo, all’infanzia vissuta con estrema severità. Il padre ha contribuito in un certo modo ad accrescere la sua determinazione, quella volontà di arrivare alla meta con grinta ed a testa bassa. Nessuna lode per il campione: “Quando facevo due gol mi diceva che dovevo farne quattro“. Ed ora che invece Totti non gioca più, il genitore ha manifestato una forte nostalgia dei tempi in cui lo ammirava correre in lungo ed in largo sul prato verde. “I miei genitori mi hanno insegnato i valori giusti“, continua nella sua intervista a Verissimo. Non è stato solo il rapporto con il padre a contribuire alla sua crescita, ma anche quello con la madre. Era lei, donna di altri tempi, ad accompagnarlo agli allenamenti subito dopo la scuola.

“Ogni giorno si faceva 80 km in macchina”.

Messa da parte la maglia giallorossa, il sogno di Totti in un certo senso continua con il figlio Christian. Il ragazzo è già entrato nelle giovanili della Roma, ma il papà più famoso della Capitale non è felice di questa sua decisione. Avrebbe preferito invece che il suo ragazzo intraprendesse una strada sportiva diversa, “tipo il tennista“. Così avrebbe potuto seguirlo. Il vantaggio di avere un padre come Totti? Di certo ricevere la sua valutazione in merito alle performance su campo, anche se l’ex calciatore è chiaro: nessuna carezza. “Non sarà semplice per lui“, sottolinea ancora a Silvia Toffanin, “Non è che perché si chiama Totti gli è tutto dovuto, anzi“.

Il marito di Ilary Blasi vuole infatti che Christian venga valutato come tutti i compagni, senza alcun occhio di riguardo. “Per fare una cosa dovrà impegnarsi più degli altri“, sentenzia alla fine. Ed ora per Francesco Totti si pensa ancora una volta al futuro familiare. Un altro figlio? Perché no, ne ha sempre voluti cinque del resto. “Adesso siamo in stand by“, ha concluso nella sua intervista a Verissimo. La coppia non sta cercando altri figli, ma il Capitano vorrebbe ampliare ancora di più la sua famiglia felice.