Bene, è arrivata l’ora di dire la mia su Domenica In e sul ritorno di Mara Venier. Io non guardo Rai1, lo ribadisco, ma non ho potuto fare a meno di guardare Domenica In. “Io sono ancora qua…eh già”, sulle note di Vasco Rossi e con la tangibile emozione di Mara Venier si riapre il suo ciclo in Rai dopo 4 anni di esilio che le ha permesso di ritrovare una nuova linfa (e un nuovo tipo di pubblico) prendendo parte al prime time di Canale 5.

Da Tu si Que Vales a L’Isola dei Famosi tra gaffe, meme e gif, sicuramente il pubblico di zia Mara si è svecchiato e questo significa che i giovani estimatori della conduttrice, sommati a quello che di solito guarda la domenica pomeriggio di Rai1, hanno creato una vera e propria bomba che sicuramente si tradurrà in ottimi ascolti domani quando i dati saranno resi pubblici.

Io non guardo Rai1 ma Domenica In sì. Voglio ripetermi perché il contenitore domenicale è tornato alla grande, via l’ingessata conduzione di Cristina Parodi (che sarà pure bravissima e preparata ma ha sicuramente un altro stile) e benvenuta “modalità casa”. Mara Venier poteva essere anche in pigiama e in pantofole e avrebbe fatto lo stesso effetto, ovvero quello di sentirsi a casa, al bar con le amiche tra una chiacchierata e una confessione struggente (quella della mamma di Tiziana Cantone) e il ritmo è stato incalzante, sempre alto.

Per la prima volta ho guardato un programma di Rai1 senza mai cambiare canale se non fosse nel momento del talent, divertente ma a tratti anche noioso e un po’ così. Una formula agile, interessante, mai noiosa sia quando si tratta di un tema caldo come quello di Asia Argento (con tanto di dettagli che alle 14.00 hanno fatto storcere un po’ il naso ai puristi) passando per la bella intervista a Romina Power (lontana dal trash e dal morborso gossip che l’ha travolta) e finendo appunto a Luisa Ranieri e alla madre di Tiziana Cantone.

A intervallare il tutto i tanti strafalcioni, la zia Michelina da New York, e anche i tanti errori degli autori. Mara Venier è costretta a sgridarli per i video mandati senza un filo logico e anche quando hanno fatto una vera e proprio riunione a “bordo” studio. Che dire, io non guardo Rai1 ma sicuramente Domenica In sì. Bentornata zia Mara, sempre regina della domenica pomeriggio.