Amedeo Ferri è uno dei personaggi principali che vedremo ne La vita promessa, al via su Rai 1 dal 16 settembre 2018. Si tratta di un gentleman che ha origini italiane e che ha deciso di spostarsi in America, dove ha perso tragicamente il fratello. Chi è Amedeo Ferri? Ne La vita promessa lo conosceremo grazie al volto di Thomas Trabacchi: ecco alcune anticipazioni sul suo conto.

Amedeo Ferri ne La vita promessa: scheda del personaggio

Amedeo Ferri, o meglio Mr Amedeo Ferri, come verrà conosciuto in America, ha scelto di lasciare l’Italia in seguito ad una grande tragedia familiare. Nel 1891 viene colpito da un tremendo lutto: il fratello viene ucciso nel corso del linciaggio di New Orleans e morirà come altri emigrati italiani. Ferri non riuscirà a superare facilmente il lutto e dovrà confrontarsi con una realtà molto dura per chi, come lui, proviene dal territorio italiano. Un clima di ostilità che spesso si abbatte su chi vorrebbe solo riuscire ad avere una vita realizzata.

La tragedia subita anni prima, tristemente nota come il linciaggio di New Orleans, trasformerà in modo indelebile il suo animo. Per questo non riesce a rimanere impassibile di fronte alle storie e le tragedie degli altri emigrati. Sarà uno dei motivi per cui si legherà subito a Carmela ed ai figli, assumendo presto un ruolo di mentore. I due si incontreranno a bordo di quella nave della speranza che porterà entrambi fino a New York: Ferri si innamorerà all’istante di Carmela, ma non riuscirà mai a dichiararsi a causa della sua timidezza.

Thomas Trabacchi è Amedeo Ferri: cenni di carriera

Nato nel settembre del ’65, Thomas Trabacchi ha partecipato a diversi lavori di primo piano destinati al piccolo e grande schermo. Recita nel 2001 in Giorni diretto da Laura Muscardin e due anni più tardi si affianca a Violante Placido in Ora o mai più, il film diretto da Lucio Pellegrini. Alcuni anni più tardi lo troviamo invece in Aspettando il sole di Ago Panini al fianco di Vanessa Incontrada e Claudia Gerini e in Una piccola storia di Stefano Chiantini. Fra i suoi ultimi lavori cinematografici ricordiamo Amori che non sanno stare al mondo del 2017 e di Francesca Comencini, Nico, 1988 girato lo stesso anno da Susanna Nicchiarelli e Troppa Grazia, che Gianni Zanasi ha pubblicato quest’anno.

Il suo debutto avviene tuttavia grazie alla televisione. Nel 1997 lo troviamo in Linda e il brigadiere per un unico episodio e tre anni più tardi in una puntata di Tequila & Bonetti. Partecipa a Don Matteo 2 e Maria Josè – L’ultima regina, per poi sbarcare in Distretto di Polizia 5. Uno dei ruoli più importanti è legato al cast di Medicina generale di Francesco Micciché e Luca Ribuoli, oltre a Crimini 2, 1992 e il sequel 1993 e molti altri ancora. Prima di partecipare a La vita promessa, Thomas Trabacchi è stato diretto da Ricky Tognazzi anche ne Il caso di Enzo Tortora – Dove eravamo rimasti?