Shameless 9×01 recensione – La premiere è andata in onda su Showtime domenica, 9 settembre 2018. “Are You There Shim? It’s Me, Ian” ci mostra le ultime rivoluzioni dei Gallagher e per qualcuno si tratta di una sommossa in senso stretto. Altri invece hanno stravolto la propria vita. Shameless 9×01 mette in risalto l’esistenza disagiata dei fratelli e quell’inaspettata voglia di normalità.

Shameless 9×01 sinossi in breve

Frank scopre che passare da un letto all’altro può comportare dei problemi. La scuola scoprirà infatti che tutto il gruppo di genitori potrebbe essere stato colpito da tre diversi tipi di malattie veneree. Per puro caso, Debbie scopre che i suoi colleghi uomini vengono pagati di più. Carl invece inizia a credere di non poter fare carriera nel mondo militare se Cassidy continuerà a metterlo in ridicolo. Nel frattempo, Kev e V lottano per ritrovare la propria intimità. Lip ha scelto di occuparsi di Xan, mentre Ian ha trovato una sua dimensione in carcere.

Shameless 9×01 recensione e analisi episodio (SPOILER)

La prima scena ci mostra un perfetto contrasto. Frank è immerso nei soliti guai e dinamiche. Non parliamo solo del vomito sulla sua maglietta, ma per menefreghismo che lo spinge a non curarsi di se stesso e degli altri. Fiona invece ha rivoluzionato se stessa ed ha raggiunto una buona dose di successo: fidanzata e proprietaria. Peccato che sia una Gallagher e questo prevede che sia lei ad occuparsi della cauzione di Ian. Anche Carl ha trovato la sua dimensione nell’esercito ed è persino un Caporale temuto. Poco importa se la neo moglie si sia accampata all’esterno del perimetro militare.

Ian e Lip sono forse i due Gallagher che presentano una trasformazione maggiore. Il primo è diventato una specie di autorità in carcere ed è sicuro di avere una missione anche dietro le sbarre. Il secondo invece è diventato padre all’improvviso e di sua scelta. Un buon salto di qualità, rispetto al Lip con i problemi di alcool che abbiamo conosciuto fino allo scorso capitolo. Per Debbie intanto è uno shock scoprire di essere pagata tre dollari rispetto ai colleghi uomini. In quella sua rabbia esplosiva possiamo riconoscere la vecchia Deb, forse persino più agguerrita.

Debbie sarà la nuova icona LGBTQ?

Vederla così cresciuta e leggermente diversa in volto aprirà le porte ad un cambiamento più drastico nella sua vita. Chi ha avuto modo di vedere le anticipazioni a fine puntata, sa bene dove stiamo andando a parare. La volontà della produzione in questo senso potrebbe ampliare il discorso LGBTQ ad entrambe le tematiche. Qualche anno fa sono stati rivoluzionari nel voler trattare il mondo transgender e sembra proprio che manchi un tassello fondamentale.

A tutto relazioni

Ad ogni modo, la premiere della nona stagione non fa altro che parlarci di relazioni. La differenza con i capitoli precedenti è evidente: si parla di uno scioglimento. Fiona infatti scopre di essere l’unica a voler pagare la cauzione a Ian. Il suo essere sorella maggiore e un po’ mamma la spinge forse a sottovalutare i problemi futuri. Gli stessi che Ford ed i fratelli sembrano invece avere bene in mente. “Questo è lo scotto da pagare per essere un Gallagher”, dice quasi con orgoglio. Ma essere quel tipo di famiglia unita ed avere quel cognome in particolare sembra appartenere ormai ad un’epoca lontana.

Da adulti a ragazzini e viceversa

Lo dimostra il fatto che Fiona e Lip siano entrati in una sfera adulta. Così come Carl. E fino a pochi anni fa di sicuro avremmo immaginato tutto per il suo futuro, ma non di certo la carriera militare. I problemi tuttavia lo seguono a breve distanza e forse ha ragione nell’affermare che “i Gallagher attirano i pazzi”. Fino a che punto? Si tratta di un equilibrio precario, da cui evidentemente si può uscire. Persino Lip faceva parte della cerchia fino a prima della riabilitazione. E anche Fiona, a suo modo. Debbie e Ian sono forse gli unici in famiglia a non aver superato il passato e forse ad aver affrontato finora un’involuzione, più che un’evoluzione.

Conclusioni

E se ancora avessimo dei dubbi sul fatto che si possa non essere quel tipo specifico di Gallagher, c’è Liam a ricordarcelo. L’unico a pensare al bene comune e della società. Il solo ad andare contro corrente. Ed essendo il più piccolo dei fratelli, siamo portati persino a credere che il suo carattere sia in realtà parte dell’evoluzione della specie di cui parlava Darwin. Per sopravvivere, Liam cresce con qualità naturali che in realtà avrebbe dovuto apprendere dai fratelli. La nostra recensione di Shameless 9×01 termina qui, ma naturalmente vi aspettiamo la prossima settimana!