Sopravvissute andrà in onda con la sua prima puntata nella seconda serata di oggi, domenica 9 settembre 2018. Rai 3 riporta sul piccolo schermo Matilde D’Errico con il primo caso tutto al femminile. Si parla di abusi, violenze e soprusi e anche di donne che ce l’hanno fatta. Sopravvissute mette l’accento sulla vita di quei tanti volti che hanno corso un grosso pericolo e che oggi possono raccontarlo.

Sopravvissute, anticipazioni prima puntata

Giorgia Rampazzo insegue il sogno di diventare soldato fin da bambina. Anche se quell’argento vivo, come lo definisce, l’accompagna in ogni sua giornata e rischia persino di impedirle di realizzare i suoi obbiettivi. Il suo carattere però è determinato e tenace e così trasforma i primi no ricevuti in una grinta maggiore. Una volta nell’esercito ha una carriera lampo: in pochi mesi si fa notare per le sue abilità e riceve i primi gradi.

Il rapporto con i colleghi ed i superiori però non è dei più semplici. Da un lato Giorgia deve lottare contro un mondo tutto al maschile, dall’altro contro quei tic che la caratterizzano. Il suo argento vivo non passa inosservato agli occhi di chi le siede affianco, ma viene interpretato in altro modo. Così come il suo atteggiamento allegro e solare: in poco tempo viene inquadrata come una donna disponibile sotto altri punti di vista. A tutto ciò si aggiungono anche le attenzioni scorrette di un superiore, che la molesta più volte e che abusa di lei nel marzo del 2006. Giorgia riesce a fuggire, ma la sua denuncia diventa un incubo.

Le viene richiesto infatti di ritirare tutto, con la promessa che chi l’ha molestata potrà congedarsi senza subire ripercussioni. Viene sottoposta ad atti di bullismo da parte dei colleghi e di nonnismo. Il suo essere donna in un ambiente fatto in prevalenza da uomini inizia ad essere visto come un problema. Giorgia però affronta tutto, anche quel disturbo dovuto allo stress, a cambiamenti repentini dell’umore e l’ansia che la colpiranno nei mesi successivi. Sopravvissute racconterà nel suo primo episodio il calvario di Giorgia, che oggi non può più coltivare la sua carriera nell’esercito ed è stata costretta a trasferirsi altrove e dedicarsi ad un altro settore professionale.