Asia Argento è di nuovo al centro dell’accanimento della stampa mondiale. TMZ ha deciso di rispondere alla sua dichiarazione pubblicando alcune foto e sms che l’attrice si sarebbe scambiata con Anthony Bourdain in merito all’affaire Jimmy Bennett. Asia Argento ha già dato la sua versione dei fatti, rivelando come in realtà Jimmy Bennett l’avrebbe perseguitata per anni e richiesto soldi. TMZ invece ha un’altra visione: gli sms con un amico appaiono come una conferma.

Asia Argento ad un amico: “Ho fatto sesso con lui”

L’attrice ha pagato 380 mila dollari all’attore che l’accusa di molestie. Nella sua nota stampa, Asia ha però sottolineato di aver agito su consiglio dell’ex compagno Anthony Bourdain, che temeva ripercussioni sulla sua immagine. Una richiesta economica tra l’altro infondata da parte di Jimmy Bennett, a suo dire, soprattutto perché il ragazzo avrebbe agito allo stesso modo anche con i genitori. TMZ tuttavia ha scelto subito dopo di pubblicare alcune foto che riprendono Asia in compagnia di Jimmy: uno scatto che secondo le fonti del giornale americano sarebbe stata fatta subito dopo il rapporto in questione fra i due. Un amico in questi giorni avrebbe inoltre richiesto all’Argento delle spiegazioni riguardo a quanto fosse accaduto nel motel californiano.

“Il pubblico non sa niente, solo quello che ha scritto il New York Times. Quel ragazzino arrapato mi è saltato addosso. […] Ho fatto sesso con lui. Non sapevo fosse minorenne”.

Parole con cui l’attrice smentirebbe quindi la sua stessa versione dei fatti, rilasciata ieri a distanza di diversi giorni dallo scandalo lanciato da New York Times. “Carrie (il suo avvocato, ndr) non voleva che pagassi, voleva che andassi alla stampa e dimostrassi che ero stata vittima di un ricatto“.

LEGGI ANCHE  Asia Argento vs Jimmy Bennett: "Nego tutto"

Qualcosa non torna?

In base allo scambio di sms pubblicati dalla rivista americana, sembra che Asia Argento confermi di aver avuto un rapporto con Jimmy Bennett. Si parla inoltre di un bigliettino affettuoso che l’attore le avrebbe scritto quel giorno in cui sono stati al Carlinton, dove secondo Bennett sarebbero avvenute le molestie. “Ti amo con tutto il cuore, sono felice di averti nella mia vita”, scrive il 22enne. Un bigliettino a cui secondo la Argento sarebbero seguite diverse foto non richieste, in cui il ragazzo si mostrava nudo. “Non vuol dire niente”, riferisce ancora all’amico l’attrice dando spiegazioni sulla foto che la ritrae nel letto con Jimmy. “Era in piedi”, aggiunge subito dopo.

“Se dovessi perdere il mio lavoro, mi trasferirò in Africa o Amazzonia”.

Questa la sentenza dell’artista, evidentemente preoccupata della risonanza che tutto ciò potrebbe avere. In sua difesa non potrebbe avere inoltre nulla da mostrare, date che le persecuzioni subite da Benett sarebbero avvenute su Snapchat. Ogni conversazione è stata quindi cancellata, mentre rimangono le numerose email ricevute da Bourdain in cui Asia Argento è stata invitata a pagare l’attore.

LEGGI ANCHE  Harvey Weinstein su Asia Argento: "Incredibile livello di ipocrisia"

Abuso o no?

Ci sono diverse considerazioni da fare in merito allo scandalo in corso. La legge in vigore in Italia implica che il consenso possa avvenire dai 14 anni in su. Un limite che tuttavia potrebbe diminuire o aumentare a seconda dei fatti. Sale a 16 per esempio se il partner in questione ha una figura autoritaria o una posizione di dominio, come educatori, insegnanti, medici, pubblici ufficiali, ecc. Sale a 18 invece se il fatto è stato compiuto da un genitore o da un parente o un convivente oppure un tutore. Scende invece fino a 13 anni se i due partner sono entrambi minorenni e se la differenza d’età fra i due non supera i 3 anni.

“Non è stato violentato, ma ero congelata. Era sopra di me. Dopo, mi ha detto che sono stata la sua fantasia da quando aveva 12 anni”.

Questa frase che la Argento riferisce sempre all’amico via sms conferma che ai suoi occhi non ci sarebbe stato alcun tipo di abuso. L’attrice dovrebbe rispondere comunque secondo la legge californiana, che dal 2014 richiede consenso cosciente e volontario da parte dei partner in merito a qualsiasi tipo di interazione fisica.