Orange Is The New Black 7 dirà addio a Piper? Il dubbio di tutti i fan non fa che aumentare. A pochi giorni di distanza dalla conclusione del sesto capitolo, la settima stagione della serie Tv cult di Netflix non fa che confermare i sospetti che Piper potrebbe non apparire più nello show. L’attrice Taylor Schilling è infatti sicura che Orange Is The New Black 7 potrebbe vivere le ultime battute del suo personaggio.

Orange Is The New Black 7 cambia rotta con Piper

Dopo aver vissuto la vita al di fuori delle sbarre di Aleida (Elizabeth Rodriguez), Piper (Taylor Schilling) ha ottenuto finalmente la libertà ed è potuta ritornare alla sua vita normale. [ SPOILER se non sei in pari conla serie ]. Il fatto che abbia deciso di sposare Alex (Laura Prepon) prima di dire addio al Lichtfield potrebbe spingere Piper ad abbandonare presto le scene. A rivelarlo è la stessa Taylor, parlando del futuro del suo personaggio.

La settima stagione della serie tv creata da Kenji Kohan si prepara ad una grande svolta. Piper ha lasciato il suo incubo peggiore dopo una grande rivoluzione personale e si può dire con tutta tranquillità che è molto diversa dalla donna che è finita dietro le sbarre anni prima. Per la prima volta il finale della sesta stagione affronta inoltre diversi punti oscuri, in netto contrasto con quanto avvenuto finora nella trama. Abbiamo assistito alla condanna all’ergastolo di Taystee Jefferson (Danielle Brooks) e la deportazione di Blanca Flores (Laura Gomez) in un nuovo centro per immigrati.

L’uscita di Piper dal penitenziario permetterà a OITNB 7 di approfondire ancora l’attualità delle vite dei suoi personaggi e l’impatto che il clima carcerario ha su quello politico odierno. Secondo Tara Herrmann, “Piper sarà la forza dello show” ed il piano è di seguire la sua vita anche al di fuori del Lichtfield. Non è chiaro invece se il percorso da donna libera di Piper avrà delle somiglianze con quanto accaduto alla vera Piper Kerman, anche se sembra che Schilling abbia già le idee chiare sull’uscita di scena definitiva del personaggio. Orange Is The New Black 7 potrebbe quindi rappresentare la fine per l’eroina bionda e le sue disavventure.

“Orange è stato un capitolo così importante nella mia vita, personalmente e professionalmente. Sono così grata di essere stata in grado di interpretare il personaggio di Piper. Sono entusiasta di poterla lasciare andare e metterla a riposo in modo splendido, come sono sicura che farà Jenji”.

Per la Schilling è facile pensare che lo show abbia contribuito ad accendere i riflettori sul sistema carcerario americano. Mostrare che cosa funziona e che cosa invece andrebbe riparato. L’attrice ha inoltre manifestato una forte soddisfazione per aver contribuito a parlare di un tema scottante. In un’intervista a THR ha infatti sottolineato come il contrasto fra il destino di Piper e quello di Taystee non sia diverso da ciò che accade nella realtà. “Spesso le persone vengono punite perché povere e non per qualsiasi crimine”. Anche Blanca avrà la sua sfida da affrontare e questo dettaglio riguarda il giro di denaro che le società private hanno messo in piedi grazie ai detenuti immigrati.

“Non c’è paragone con Piper che ritorna indietro e che forse lotta per avere cibo, una casa, una rete che la supporta e che ha accesso al lavoro, fondamentalmente perché è bianca. È una parte della storia di vitale importanza. È importante vedere questa donna bianca entrare nel sistema per poi lasciarlo”.

Taylor Schilling è inoltre preparata da tempo alla fine dello show. Ogni attore a suo dire inizia una parte consapevole che dovrà finire. Ed anche se la corsa di Orange Is The New Black 7 è fortunata, rimane per ora l’ultima stagione confermata. Per l’attrice che interpreta Piper è facile pensare ad una conclusione, anche se le piacerebbe ritornare a dare al suo personaggio qualcosa della vera eroina a cui si è ispirata nei primi capitoli.

LEGGI ANCHE  Orange is The New Black 5: La tragedia nel background di Frieda Berlino