Jonathan Gold è morto: se ne va a 57 anni il critico di Los Angeles conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Il suo merito si è reso ancora più evidente alla vittoria del Premio Pulitzer, il primo nel mondo del food. Jonathan Gold era conosciuto per l’amore viscerale verso i negozi alimentari etnici della sua città e per aver trasformato il gusto di diverse generazioni.

Jonathan Gold è morto: il cancro non gli ha lasciato scampo

Il critico era malato da poco tempo, a causa di un tumore al pancreas che lo ha spinto ad un ricovero d’urgenza nella serata di ieri (orario americano). La moglie, l’editrice del Times Arts and Entertainment Laurie Ochoa ha confermato la tragedia: il marito aveva scoperto la propria malattia solo ad inizio luglio. La sua prematura scomparsa ha lasciato sotto shock i colleghi, proprio per la rapida diffusione del male. I riflettori si sono accessi su Gold nel 2007, quando ha vinto il Premio Pulitzer.

Il suo merito era di aver aperto la strada delle recensioni ai negozi di alimentari, ristoranti tailandesi e qualsiasi locale stravagante. Una realtà sempre più importante nel panorama gastronomico di Los Angeles. La passione di Jonathan Gold era infatti di valutare tutti quei ristoranti che non offrivano menù in inglese ed i cui proprietari erano ansiosi di offrirgli tutto ciò che non rientrava nella carta.