The Affair 4×05 recensione – Il quinto episodio della serie tv con Dominic West e Joshua Jackson è andato in onda domenica, 15 luglio 2018, sull’emittente americana Showtime. Abbiamo ripreso le fila da Cole e Vik, che abbiamo lasciato alle prese con le proprie difficoltà relazionali. Dal rapporto fra Cole ed il padre a quello tra Helen e Vik, la recensione di The Affair 4×05 promette di mettere in luce diversi aspetti.

The Affair 4×05 sinossi in breve

Vik non riesce ad accettare la decisione dei genitori di non voler fare i conti con la sua malattia. Scopre inoltre che Helen non ha seguito le istruzioni dello specialista e non ha fatto tutte le dovute iniezioni. La donna infatti non vuole crescere un figlio senza il suo aiuto. L’incontro fatale con Sierra riporterà Vik al punto di partenza. Cole ripercorre il passato del padre ed incontra una donna che lo aiuterà a comprendere meglio Gabriel. Nan gli rivela inoltre di essere stata l’amante del padre e di aver adottato un metodo per spingerlo a dimenticarla. Il colpo di scena finale ci rivela la decisione di Cole di ritornare davvero sui suoi passi.

Vik

The Affair 4×05 recensione: il tradimento di Vik

Iniziamo la nostra recensione ringraziando Subspedia per l’incessante impegno con cui ci regala i sottotitoli di ogni serie tv. Utili per tutti i fan che non hanno dimestichezza con l’inglese e che possono così seguire quasi in tempo reale ogni serie tv. Il primo capitolo del quinto episodio riguarda Vik. Una scelta rivoluzionaria, dato che è la prima volta che il dottorino dal passato difficile viene promosso come protagonista di una traccia narrativa. Abbiamo così una conferma che le difficoltà nella comunicazione di Vik sono strettamente collegate con il silenzio forzato dei genitori. Nessuna parola sulla malattia che non comprenda una possibilità di guarigione. In realtà si tratta di un obbligo, racchiuso in quel “devi vivere” che Priya sottolinea al figlio.

Sierra e Vik

Sierra abbatte ogni frontiera

E non solo, perché quel silenzio è lo stesso che impone a Vik di non dare sfogo alle proprie emozioni. Dolore o rabbia non ha importanza: la privazione è stata al centro della sua vita. Lo dimostra anche la decisione di risparmiare tutti suoi guadagni per lasciare un’eredità ai genitori. Ed è la volontà di mettere a tacere i pensieri che lo spinge poi a fare un’azione comprensibile quanto stupida: acquistare una Porsche. Se non potrà avere un figlio, potrà almeno togliersi qualche sfizio. Ed in questo progetto rientra improvvisamente anche Sierra, l’unica a cui riuscirà a parlare davvero di ciò che ha dentro. Anche per questo il loro incontro fisico è ben distante dalla velocità dei rapporti vissuti invece fra il medico ed Helen. Una donna che sa di aver voluto al proprio fianco per dispiacere ai genitori, a causa di quella relazione di amore ed odio che ha con loro.

The Affair 4×05 recensione: l’amore è una gabbia?

Il capitolo di Cole è forse più interessante. Finora abbiamo parlato di tradimento sotto molteplici punti di vista. Vik non tradisce infatti solo Helen andando a letto con Sierra, ma anche i genitori a causa del rapporto con la compagna. Ed infine tradisce se stesso per tre volte: non seguendo il proprio piacere, pentendosi dei gesti appena compiuti ed infine ritornando alla vita di prima come se nulla fosse. Il collegamento con Cole è dovuto innanzitutto alla ricerca di se stessi. Il personaggio di Joshua Jackson parte infatti per approfondire il suo rapporto con Luisa, ma si tratta solo di una scusa per scoprire qualcosa di più sul padre. E in tutto questo rientra anche il tradimento. Non solo per l’apparizione di Delphine nel letto di Cole, ma anche la scoperta che Gabriel amava Nan e non Cherry.

LEGGI ANCHE  The Affair 4x03: Vik lascerà Helen? (VIDEO)

Cole

Delphine is the new Alison?

Non è un caso tra l’altro che Delphine abbia questo nome. Da un lato richiama l’acqua, il tema caro all’intera serie Tv. Dall’altro ricorda fin troppo Alison e non solo per quel vestito rosso che indossa al primo incontro con Cole. Per questo l’associazione successiva per il personaggio di Joshua Jackson è diretta all’ex moglie. Nel ripercorrere le orme del padre, decide inoltre di compiere lo stesso tipo di esorcismo con cui Nan è riuscita a farsi dimenticare da Gabriel.

Scoprire quale grande amore abbia unito Nan ed il padre spingerà Cole a realizzare di non aver mai smesso di nutrire un profondo sentimento per Alison. In realtà l’impressione è che sia la paura di dover morire come Gabriel, un tema che lo collega a doppio filo anche con Vik, a convincerlo di dover seguire il suo cuore. Per molti versi possiamo intuire quanto Cole in realtà non sia guarito. La sua ossessione per Alison, la stessa che lo accomuna a Noah, lo ha riportato indietro sui suoi passi. Esattamente come ha ripercorso i tanti km emotivi e fisici affrontati dal padre diversi anni prima.

Delphine

Conclusioni

L’intreccio si fa sempre più fitto nel quinto episodio della quarta stagione. Ammirevole poter notare quali sottili fili colleghino ognuno dei personaggi principali che entrano in gioco nella trama. Se Noah, Vik, Alison e Cole vivessero in una comune, di sicuro gran parte delle tensioni e dei rancori svanirebbero nel nulla. Helen tuttavia potrebbe non cambiare anche in questo contesto più intimo e libero.

Abbiamo affrontato inoltre il tema della morte come privazione e silenzio, sia per Cole che per Vik. Lo stesso che ha confinato Helen nella tomba del suo matrimonio con Noah e che ha incastrato lo scrittore in una vita infelice per tanti anni. Nei prossimi episodi invece tratteremo il tema della guarigione, ma prima guarderemo da vicino l’abisso con gli occhi di Noah e Alison. La nostra recensione di The Affair 4×05 finisce qui: come sempre l’appuntamento è per la prossima settimana!