Roma, 25enne litiga con il proprietario di casa e lo accoltella per l’affitto. Arrestato un ragazzo italiano accusato di aver cercato di uccidere il 45enne che gli ha dato in affitto una casa di Case e Campi della Cassia. Secondo la ricostruzione, fra i due sarebbe scoppiato un violento diverbio dovuto a ragioni economiche. La stessa vittima è indagata a piede libero con l’accusa di lesioni verso il ragazzo.

Roma, lite sfiora il tentato omicidio

Gli attriti fra il 25enne e la vittima sarebbero iniziati alcuni mesi fa, quando il ragazzo ha risposto ad un annuncio su internet per l’affitto di una dimora nel consorzio Case e Campi. Il giovane avrebbe versato la somma di 2 mila euro al padrone di casa in previsione di entrare nell’abitazione, fatto tuttavia mai avvenuto. Il 25enne avrebbe cercato quindi di recuperare la somma versata presentandosi alla residenza della vittima, con cui sarebbe nato un forte scontro. Durante la colluttazione, il 45enne avrebbe colpito l’avversario ed è stato a sua volta ferito con un coltello.

Il 45enne è stato trasportato al San Pietro Fatebenefratelli per il ricovero ed attualmente si trova in osservazione. Sembra che il ragazzo abbia contestato l’impossibilità di entrare nella casa per la quale aveva versato una caparra ed i primi mesi di affitto. Il chiarimento fra i due tuttavia è sfociato in tragedia nel corso di pochi minuti, quando il ragazzo ha colpito la vittima all’addome, perforandogli un polmone. Altre ferite sarebbero state riportate agli arti inferiori. Le autorità sono state avvisate dallo stesso giovane, ancora sporco di sangue e spaventato per quanto accaduto. Attualmente si trova nel carcere di Regina Coeli di Roma in attesa di un ulteriore interrogatorio che avverrà nei prossimi giorni.