Duplice omicidio Impruneta ultime notizie – Ancora in stato di fermo il figlio della coppia martoriata nei giorni scorsi. Ieri sera il presunto killer Dario Capecchi si è sottoposto ad un lungo interrogatorio, al termine del quale è stato trasportato al carcere di Sollicciano. Secondo le indiscrezioni, il 43enne avrebbe confessato di essere l’autore del duplice omicidio di Impruneta e di aver dichiarato di aver agito secondo un ordine dell’ISIS.

Duplice omicidio ad Impruneta, Dario Capecchi confessa

Arrestato dalle autorità Dario Capecchi, il 43enne che nei giorni scorsi avrebbe ucciso il padre Osvaldo Capecchi e la compagna Patrizia Manetti. L’uomo era originario della provincia di Cosenza, di Rossano Calabro, mentre la donna di Firenze. Secondo le indagini, la coppia sarebbe stata accoltellata durante la notte di sabato mentre si trovava nel letto con una lama. L’arma del delitto non è ancora stata ritrovata, ma sarebbe stata usata più volte sui corpi delle due vittime. A lanciare l’allarme è stato un altro figlio della coppia di anziani, rientrato in casa grazie ad un’informazione ottenuta da un vicino di casa. In piena notte sarebbe avvenuta una lite violenta e di breve durata, in seguito alla quale Dario Capecchi sarebbe uscito in auto allontanandosi dall’abitazione di famiglia.

LEGGI ANCHE  Andrea Soldi: condannati i 4 imputati a 20 mesi

Il 43enne sarebbe affetto da problemi psichici e si trovava già in cura in un Centro di igiene mentale. Avrebbe interrotto però la terapia con i farmaci dieci giorni prima del duplice delitto di Impruneta. In stato di fermo nelle ore successive all’omicidio, Dario Capecchi avrebbe riferito al pm di Borgognissanti di aver agito secondo un ordine dell’ISIS. Sembra che i suoi vestiti fossero ancora sporchi di sangue e sono stati prelevati dalle autorità come elemento d’accusa. Secondo gli inquirenti, Dario Capecchi avrebbe reso una confessione piena di farneticazioni.