Omicidio Fernanda Paoletti ultime notizie – Pietro Di Salvo ha confessato: il 72nne arrestato per la morte della donna, uccisa lo scorso 4 giugno nella sua abitazione, ha ammesso di aver commesso il delitto. Secondo la sua versione dei fatti non si tratterebbe però di un reato premeditato, anche se le ricostruzioni sono ancora in corso. Fernanda Paoletti aveva una relazione clandestina con Pietro Di Salvo, che invece era già sposato.

Omicidio Fernanda Paoletti, una lite dietro la tragedia?

Importante confessione da parte di Pietro Di Salvo, l’uomo arrestato nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile di Verona per la morte di Fernanda Paoletti. La 77enne avrebbe avuto una violenta lite con il principale accusato, in seguito sfociata in tragedia. Si tratterebbe quindi di un raptus dovuto alla concitazione del momento, anche se le autorità stanno ancora indagando su quanto accaduto il giorno dell’omicidio. Si cercano dettagli che possano contribuire a ricostruire le ultime ore di vita della vittima, con cui il reo confesso aveva una relazione segreta. Se la versione di Di Salvo venisse confermata dagli inquirenti, l’accusa potrebbe non tenere conto della premeditazione.

Non è chiaro tuttavia quale sia stato il motivo che abbia scatenato la lite fra la vittima ed il 72enne. A detta di quest’ultimo le ricostruzioni realizzate dai giornali sarebbero invece fasulle, ricordando al tempo stesso che vige il segreto istruttorio riguardo al movente del delitto. Come ricorda Verona Sera, la visione dei fatti della Polizia discosta di molto dalla dichiarazione di Di Salvo. Fernanda Paoletti sarebbe infatti uccisa in seguito ad un piano ben architettato, come dimostrerebbe la decisione dell’anziano di portare a casa della vittima una corda verde con cui l’avrebbe strangolata ed infine uccisa.

LEGGI ANCHE  San Benedetto Po: 76enne uccide il figlio della compagna