Omicidio Materazzo ultime notizie – Si è svolta stamattina la nuova udienza a carico di Luca Materazzo, accusato di aver ucciso il fratello Vittorio nel novembre 2016. In aula era presente anche la sorella della vittima e del presunto killer, Maria Vittoria, scoppiata in pianto durante la propria deposizione. La sorella di Luca Materazzo si è costituita parte civile ed ha ricostruito le tensioni presenti in famiglia che avrebbero spinto il trentenne a commettere l’omicidio di Vittorio.

Omicidio Materazzo, l’eredità è il movente?

Nella continuazione del processo per l’omicidio Materazzo, Maria Vittoria ha riferito ai giudici come in famiglia si respirasse un clima di alta tensione. Ad aumentare gli attriti già presenti fra i fratelli Luca e Vittorio sarebbe stata l’eredità dei genitori. Il rapporto fra vittima e imputato sarebbe stato corroso da tempo, spesso conflittuale e mai amichevole. Subito dopo l’intervento della sorella, Luca Materazzo ha chiesto di poter rilasciare delle dichiarazioni spontanee. Secondo quanto riferisce Internapoli, il trentenne avrebbe riferito di aver sempre nutrito un forte affetto per tutti i familiari. La sua voce era rotta dall’emozione soprattutto nel descrivere il legame creato con la sorella Maria Vittoria.

Indifferenza alle sue parole da parte di Elena Grande, la moglie della vittima. Nel corso dell’udienza ha parlato anche una testimone che la sera dell’omicidio Materazzo si sarebbe trovata nelle vicinanze della scena del crimine. La donna ha smentito alcune dichiarazioni dell’imputato, soprattutto per quanto riguarda una richiesta che le è stata diretta subito dopo il delitto. Il trentenne le avrebbe chiesto infatti se avrebbero trasmesso la partita che vedeva il Napoli contro il Sassuolo, un fatto che secondo la testimone non sarebbe mai avvenuto. La prossima udienza per l’omicidio Materazzo è prevista per il prossimo 5 luglio, come annunciato dal presidente della Corte d’Assise di Napoli.

LEGGI ANCHE  Arrestato Luca Materazzo in Spagna: accusato dell'omicidio del fratello