Quarto Grado anticipazioni 1 giugno – Il programma di Gianluigi Nuzzi torna nella prima serata di venerdì per un importante approfondimento. A pochi giorni dalla condanna in secondo grado di Antonio Logli, sono tanti i documenti inediti che non sono ancora stati condivisi con i cittadini italiani. Le anticipazioni di Quarto Grado promettono uno sguardo approfondito sulla vicenda di Roberta Ragusa, in via del ricorso in Cassazione da parte dei legali di Antonio Logli.

Quarto Grado anticipazioni dell’1 giugno 2018: confermata la sentenza in Cassazione?

Antonio Logli è stato condannato in due gradi di giudizio a 20 anni di reclusione. Dopo un primo proscioglimento, sono confermate le accuse di omicidio volontario e distruzione di cadavere. Al centro dell’oscuro giallo la figura di Roberta Ragusa, madre di due figli a cui era legata molto. Di recente è entrato a far parte dell’iter giudiziario del padre anche il figlio Daniele, il maggiore dei due ragazzi avuti dalla coppia. In difesa del padre, ha preferito non rilasciare dichiarazioni ai giornalisti. L’appuntamento di Quarto Grado ripercorrerà la vicenda giudiziaria a carico di Antonio Logli, grazie a documenti inediti e nuove interviste.

Si partirà dalla prima udienza affrontata da Antonio Logli per l’omicidio di Roberta Ragusa, forse uccisa perché aveva scoperto il tradimento del marito. Con due condanne alle spalle, l’uomo si prepara a presentarsi di nuovo di fronte ai giudici grazie alla sentenza di Cassazione che potrebbe confermare oppure smentire i verdetti precedenti. Le anticipazioni di Quarto Grado promettono in particolare l’intervento dei due legali della difesa, gli avvocati Roberto Cavani e Saverio Sergiampietri. Si analizzeranno inoltre le ipotesi sulle prossime mosse che Antonio Logli potrebbe compiere in previsione della condanna definitiva.

LEGGI ANCHE  Quarto Grado: Anticipazioni, il giallo di Renata Rapposelli | 10 novembre