Strage di Erba – Si terranno oggi, lunedì 28 maggio 2018, i funerali di Carlo Castagna. Il 75enne è morto nella giornata di ieri mentre si trovava ricoverato in ospedale a Como. La cerimonia si terrà nel pomeriggio, come comunicato dall’Ansa. Carlo Castagna è finito tragicamente nella cronaca nera italiana per il triplice omicidio della moglie Paola Galli, la figlia Raffaella Castagna ed il bambino di quest’ultima Yousseff. La Strage di Erba vede come condannati all’ergastolo Olindo Romano e Rosa Bazzi.

Strage di Erba, morto Carlo Castagna: i figli “Eri per noi sempre una guida”

La strage di Erba rimane nella mente dei cittadini italiani a causa della crudeltà con cui sono state uccise tre componenti della famiglia Castagna. Paola Galli, Raffaella e il piccolo Youssef si trovavano in casa quando Olindo Romano e Rosa Bazzi sono entrati nell’appartamento e li hanno colpiti fino ad ucciderli. La vicina di casa Valeria Cherubini verrà invece uccisa lungo le scale che dividono i due appartamenti, mentre il marito Mario Frigerio riuscirà a sopravvivere. Secondo i giudici di tre gradi di giudizio non ci sono dubbi che la strage di Erba sia stata compiuta da Rosa Bazzi e il marito Olindo Romano, una coppia che aveva avuto diverse discussioni con le vittime e che abitava al piano inferiore a quello dei Castagna.

LEGGI ANCHE  Strage di Erba: la Cassazione rifiuta l'incidente probatorio

Anche Carlo Castagna non ha mai avuto dubbi sulla colpevolezza di Rosa e Olindo ed ai suoi occhi era addirittura inutile frantumare l’intera vicenda alla ricerca di una razionalità nella strage di Erba. “Questo voler trovare delle risposte a tutte queste domande è il modo più sbagliato per affrontare una richiesta di perdono e di contatto con i piani superiori”, riferisce in un’intervista a Siamo Noi di Tv 2000. Ed è con queste grandi parole che ha deciso di intraprendere un cammino significativo, lontano dalla vendetta. Uno dei due figli, Pietro, ha scritto sui social parole di cordoglio in occasione della morte del padre Carlo Castagna, sottolineando di essere consapevole che ora abbia “ritrovato la tua Polly, Raffaella e il piccolo Fefè”.