Angelo Sanzio è l’eliminato del GF 15. La sesta puntata conclude l’esperienza del creatore di profumi, che dovrà lasciare la Casa. I telespettatori hanno deciso infatti tramite il televoto quale gieffino potesse continuare il suo percorso ed il voto destinato ad Angelo Sanzio era inferiore rispetto a quanto assegnato ai compagni. Il 28% dei voti non permettono al gieffino di rimanere al fianco di tanti amici trovati nella Casa, ma se ne va con il sorriso sul volto.

Angelo Sanzio eliminato dal GF 15, sconfitto da Filippo

Angelo Sanzio deve uscire dal GF 15. Il confronto finale è stato solo con Filippo Contri, per una guerra al televoto che è andata a svantaggio del creatore di profumi. Il Ken italiano ha infatti ricevuto solo il 28% dei voti, contro il 38% registrato dal rivale. Una differenza del 10% che è andata a sfavore di Angelo, di certo più amato rispetto al concorrente romano.

Non sono state infatti poche le polemiche che hanno colpito Filippo sia all’interno della Casa che all’esterno. Una delle ultime contestazioni riguarda infatti una sua frase sul taglio della coda e delle orecchie del suo cane, procedura che a suo dire è necessaria e che ha attirato l’attenzione dell’Enpa. Anche per questo i fan di Angelo Sanzio erano convinti di una sua vittoria al televoto, ma non è andata così. Il dubbio è che il pubblico italiano abbia però voluto favorire la love story della Casa, anche se negli ultimi giorni le cose fra Filippo e Lucia Orlando non sembrano andare troppo bene.

LEGGI ANCHE  Veronica e la fidanzata Valentina, l'appello a Bobby Solo | GF 15

Angelo esce comunque dalla Casa a testa alta, convinto di aver affrontato nel migliore dei modi l’esperienza del reality. Ha conosciuto tanti amici e persone che gli hanno voluto bene a prescindere dal pregiudizio, lo stesso che si è abbattuto contro di lui sui social subito dopo il suo ingresso nel programma. Angelo Sanzio ha infatti ringraziato i compagni di viaggio prima di scoprire di essere stato eliminato dal GF 15, grato per chi lo ha accolto come un dono.