Chi l’ha visto anticipazioni del 23 maggio – Il programma di Rai 3 torna nella prima serata di mercoledì grazie alla guida di Federica Sciarelli. Ampio spazio verrà dato al caso di Sara Scimmi, la ragazza di 19 anni morta in modo misterioso alcuni mesi fa. Le anticipazioni di Chi l’ha visto promettono un nuovo appello dei familiari, che in tutto questo tempo non smettono di dare caccia alla verità.

Chi l’ha visto anticipazioni del 23 maggio, i casi della puntata

Il caso di Sara Scimmi presenta ancora dei punti oscuri, soprattutto per quanto riguarda gli ultimi otto minuti di vita della vittima. Sara impiegherà infatti questo lasso di tempo per uscire dalla discoteca Kaleido e raggiungere la statale di Castelfiorentino, dove verrà travolta da un camion. Eppure non si tratta di un incidente: in quel momento, la ragazza si trovava già stesa sul manto stradale. Per quale motivo? La famiglia di Sara Scimmi sono ancora alla ricerca di un perché e di testimoni importanti che potrebbero chiarire il giallo.

Secondo la famiglia, qualcuno potrebbe addirittura aver stordito la ragazza subito dopo aver lasciato la discoteca. Poteva trattarsi forse in uno stato di semi-coscienza, forse incapace di capire quale pericolo stava vivendo in quel momento. La madre in particolare non esclude che qualcuno possa averle fatto delle avances, fosse costretta a vivere episodi particolari. Forse proprio quella macchina, avvistata dalla videosorveglianza in senso inverso a quello del camion.

LEGGI ANCHE  Chi l'ha visto: anticipazioni del 12 settembre, i possibili casi

Qualcuno ha accompagnato la ragazza alla statale oppure si è incamminata da sola lungo quella strada così pericolosa? Secondo il padre, la 19enne era fin troppo consapevole di quanti morti fossero già avvenute in quel tratto di strada. E per questo, oltre che per il suo carattere coscienzioso, non avrebbe mai affrontato la statale a quell’ora di notte. E non da sola. Per questo si cercano testimoni che possano aver visto Sara Scimmi lungo quella strada. Le anticipazioni di Chi l’ha visto annunciano nuovi approfondimenti sul caso.