Omicidio Sana Cheema ultime notizie – Ancora sviluppi sulla morte della ragazza morta in Pakistan in circostanze ancora da chiarire. Dopo l’arresto di padre e fratello e l’iscrizione di madre e sorella nel registro degli indagati, le autorità locali hanno effettuato l’arresto di due cugini di Sana Cheema. Uno di questi sarebbe il promesso sposo con cui la ragazza avrebbe dovuto sposare su imposizione della famiglia.

Omicidio Sana Cheema, due nuovi arresti

Ci sono molti punti oscuri sull’omicidio di Sana Cheema, la ragazza del Pakistan che da diversi mesi viveva a Brescia. Le autorità sembrano però seguire una pista ben precisa ed hanno messo agli arresti due cugini della giovane vittima. Entrambi con l’accusa di aver trasportato il corpo della giovane fino ad un cimitero lontano dal villaggio di famiglia. Secondo le prime indiscrezioni, sottolinea La Stampa, sembra che i due uomini avrebbero infine seppellito il cadavere in fretta e furia e senza richiedere l’autorizzazione necessaria. Ed è stato proprio questo particolare ad allarmare le autorità, tanto da spingerle ad indagare sulla dinamica dei fatti che ha provocato la morte della vittima.

La relazione della Fia (Agenzia investigativa federale) riguarda il tentativo di fuga dei due uomini, Aziz e Faraz Khizer: i due sono stati fermati all’aeroporto di Islamabad, da dove avrebbero dovuto prendere un volo diretto a Istanbul. Fino ad ora i dettagli sul caso indicano che la ragazza sarebbe stata uccisa perché rifiutata di sposare un uomo imposto dalla famiglia, uno dei due cugini arrestati in queste ore. La vittima tuttavia era innamorata di un ragazzo italo-pakistano di una casta diversa dalla propria e per questo avrebbe incontrato il dissenso del padre. Quest’ultimo ha riferito invece agli inquirenti che l’omicidio di Sana Cheema sarebbe in realtà da attribuire a cause naturali, ma ha fornito due versioni diverse. In prima istanza il malore che ha colpito la ragazza, in seguito la conferma che in realtà avrebbe sbattuto contro uno spigolo.

LEGGI ANCHE  Sana Cheema, ultime notizie: madre e zia indagate