Sana Cheema ultime notizie – L’omicidio della ragazza pakistana che viveva a Brescia continua ad interessare le autorità estere e italiane. Dopo l’interrogatorio al padre, il fratello e lo zio della vittima, ora gli investigatori si stanno concentrando anche sulla madre e la zia di Sana Cheema. Le ultime notizie, confermate da Il Giornale di Brescia sottolineano come gli inquirenti siano ancora in attesa dei risultati dell’autopsia. Le prime indiscrezioni tuttavia parlano di una morte avvenuta per strangolamento.

Sana Cheema ultime notizie, il padre fa marcia indietro

Nelle ultime ore ci sono stati non pochi sviluppi sul caso di Sana, subito dopo la rivelazione che la ragazza sarebbe stata uccisa. I medici legali hanno infatti scoperto che il collo della vittima è stato rotto in alcuni punti e questo smentirebbe l’iniziale deposizione dei familiari riguardo ad una sua morte naturale. I giornali nella giornata di ieri hanno parlato anche di una confessione da parte del padre di Sana, che avrebbe confermato di essere responsabile della morte della ragazza.

Non sarebbe così in base a quanto ha sottolineato Ghulam Mustafa Cheema: nessuna confessione dell’omicidio di Sana Cheema. A suo dire invece la figlia sarebbe morta dopo aver sbattuto contro il bordo del letto o del divano, evento che si collegherebbe con le fratture rilevate sul collo. A La Repubblica, il genitore ha sottolineato di avere “un sasso pesante nel cuore“, ma di essere comunque sicuro che la tragedia sia avvenuta “per volere di Allah“. Le ipotesi degli inquirenti sono invece che il padre di Sana Cheema sia stato aiutato da uno dei figli per strangolare la ragazza, a causa del suo rifiuto di sposare un uomo più grande di lei, del Pakistan e della stessa casta della famiglia.

LEGGI ANCHE  Sana Cheema è stata strangolata, la conferma dell'autopsia